Home  
  
  
    Reumatologia
Cerca

Reumatologia
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Reumatologia: nozioni generali

La reumatologia si occupa dello studio di reumatismi e malattie reumatiche. Brevi spiegazioni per capire e prevenire disturbi e malattie.

Reumatologia
© Getty Images

Che cos'è il reumatismo?

Tale termine viene genericamente usato per indicare molteplici sindromi e malattie (definite appunto reumatiche), di origine diversa, che colpiscono ossa, muscoli, articolazioni, tendini, borse sierose, ossia le numerose parti che costituiscono l'apparato locomotore.

Come vengono classificate le malattie reumatiche?

Esistono 11 categorie diverse: a) reumatismi infiammatori, tra cui il reumatismo articolare acuto e l'artrite reumatoide; b) connettiviti, tra cui il lupus eritematoso sistemico, la sindrome di Sjögren e altre malattie autoimmuni come le vasculiti; c) artriti da agenti infettivi, tra le quali la malattia di Lyme; d) artropatie da alterazioni metaboliche, tra cui la gotta; e) forme degenerative, come l'osteoartrosi; f) reumatismi extrarticolari, tra cui la fibromialgia, la periartrite e la borsite; g) sindromi neurologiche da compressione: a questa categoria è ascrivibile la discopatia vertebrale, anche se in senso stretto non può considerarsi malattia reumatica; h) patologie dell'osso, tra cui l'osteoporosi, l'osteomalacia e il morbo di Paget; i) neoplasie e sindromi paraneoplastiche; j) manifestazioni reumatiche correlate ad altre patologie; k) insieme di patologie rare, cui si aggiunge il morbo di Raynaud.

Esiste una predisposizione alla malattie reumatiche?

Per diverse patologie reumatiche esiste una base genetica, espressa come predisposizione ad ammalare di quella determinata malattia. Occorre però tenere presente che nell'eziologia delle patologie reumatiche i fattori chiamati in causa sono spesso diversi (genetici, ambientali, endocrini, immunologici) e che varie questioni al riguardo sono tuttora irrisolte.

Quale ruolo rivestono il cortisone e i suoi derivati nella cura delle malattie reumatiche?

Questi farmaci non sono affatto la panacea che comunemente si crede, e la ragione principale del loro impiego è da ricercarsi nella loro capacità di contra stare le reazioni infiammatorie e, conseguentemente, di eliminare i dolori, i gonfiori e l'incapacità a compiere movimenti che caratterizzano molte malattie reumatiche di origine infiammatoria. Attualmente, il cortisone viene usato soltanto nei casi in cui tutte le altre misure terapeutiche, meno pericolose, non hanno arrecato al paziente sufficiente beneficio.

1 Reumatologia - continua ►

Commenta
04/05/2010

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale