Home  
  
  
    Reumatismi: che male!
Cerca

Reumatologia
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Reumatismi: che male!

Con questo termine, non specialistico, vengono chiamati un insieme di sintomi che riguardano articolazioni, ossa, cuore, polmoni, reni, che si manifestano sotto forma di fitte e dolori. Considerati erroneamente una malattia degli anziani, in realtà, colpiscono anche i più giovani. Cosa sono i reumatismi?

Reumatismi: che male!
© Getty Images

Il termine “reumatismo” viene, nel linguaggio colloquiale, adoperato per descrivere un’ampia gamma di disturbi che causano dolore e rigidità dei muscoli e delle articolazioni. In realtà, questa parola, non è più utilizzata in campo medico - tecnico perché il termine “incriminato” copre un ventaglio così ampio di disturbi, differenti, da non essere specifico. Insomma non esistono, in realtà, disordini tali da essere riconosciuti, semplicemente, come “reumatismi”.

Quali sono i tipi di reumatismi più comuni?

I disordini reumatici più comuni includono:

  • Spondilite anchilosante
  • Dorsopatia
  • Borsite / Tendinite
  • Capsulite
  • Fibromialgia
  • Cervicalgia
  • Osteoartrite
  • Artrite psoriasica
  • Febbre reumatica
  • Cardiopatica reumatica
  • Artrite reumatoide
  • Lupus eritematoso sistemico
  • Polimialgia reumatica
  • Tenisinovite


Questi disordini, nel complesso molto diffusi, hanno in comune due caratteristiche: causano dolore cronico - spesso intermittente - e sono difficili da trattare.

Quale è il trattamento farmacologico migliore?

Il primo passo per la cura di questi disturbi è la diagnosi. Una diagnosi precisa, infatti, consente di scegliere una terapia mirata. In generale, comunque, la terapia iniziale, per la maggioranza delle malattie reumatiche, consiste nella prescrizione di analgesici - paracetamolo - e di farmaci antinfiammatori non steroidei, FANS, tra cui ibuprofene e diclofenac. Molto spesso, però, risulta necessario utilizzare analgesici più potenti. Nella “lotta” al dolore, inoltre, la medicina moderna, convenzionale e alternativa, riconosce che i disturbi reumatici hanno diverse cause, in alcuni casi molteplici, pertanto trattamenti diversi possono rivelarsi l’arma vincente nella terapia del dolore.

Esiste un legame fra questi dolori e il clima?

I nostri nonni sostenevano che esistesse un legame fra il dolore reumatico e il clima. In realtà non esistono prove, a favore o contro, questa tesi. Gli scienziati, però, hanno dimostrato che i cambiamenti nella pressione barometrica sono il collegamento, principale, tra il clima e il dolore. In parole semplici, quindi, la bassa pressione, associata al freddo e all’umidità, causa un aumento del dolore, al contrario, l’alta pressione, caratterizzata da caldo e siccità, diminuisce la sensazione di dolore.

Quali sono i campanelli d’allarme per le malattie reumatiche?

  1. Dolore e gonfiore alle articolazioni delle mani e / o dei polsi che persiste da più di tre settimane;
  2. Rigidità articolare che, al mattino, dopo il risveglio di protrae per un’ora;
  3. Gonfiore improvviso, associato a dolore e arrossamento locale, di una o più articolazioni in assenza di trauma;
  4. Dolore di tipo sciatico, fino al ginocchio, che aumenta durante il riposo e si attenua con l’attività fisica;
  5. “Sbiancamento” delle dita delle mani in base alle variazioni climatiche;
  6. Sensazione di secchezza o di sabbia negli occhi, peggiorata dall’esposizione solare, associata a dolori articolari o muscolari;
  7. Arrossamento di viso, naso e guance, peggiorato dall’esposizione solare, associato a dolori articolari o muscolari;
  8. Improvvisa comparsa di dolore a entrambe le spalle, con impossibilità di pettinarsi o allacciarsi il reggiseno, ed alle anche, con difficoltà ad alzarsi dalla poltrona, accompagnato da mal di testa e calo di peso;
  9. Nelle donne in menopausa o in pazienti che assumono cortisonici dolore, improvviso, alla schiena dopo uno sforzo o il sollevamento di un peso;
  10. Nei soggetti affetti da psoriasi, con familiarità a questa malattia, comparsa di dolore alle articolazioni, alla colonna vertebrale o ai talloni.

Ricordate, quindi, che il primo passo nella lotta contro le malattie reumatiche è la diagnosi precoce. Per questo, in caso di sintomi, non esitate nel prenotare una visita da un reumatologo.

Commenta
25/07/2011

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale