Home  
  
  
    La postura in ufficio
Cerca

Ortopedia
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Mal di schiena? Mantieni una postura corretta in ufficio

Soffri spesso di mal di schiena e non sai spiegarti il motivo: potrebbe essere colpa della postura che assumi in ufficio. Scopri quali sono i trucchi per non soffrirne più e impara a prenderti cura della tua schiena con i consigli di Doctissimo!

La postura in ufficio
© Getty Images

Tutti soffrono di mal di schiena

Chi può dire di non aver sofferto, almeno una volta nella vita, di mal di schiena? Purtroppo, l’evoluzione non ha ancora perfezionato il corpo umano, che fino a qualche migliaio di anni fa poggiava su quattro zampe anziché due. In attesa che Madre Natura compia dei miglioramenti e ci permetta di non soffrire più dei disagi della postura eretta, dobbiamo esercitarci per scongiurare la comparsa del tanto fastidioso mal di schiena. Come? Innanzitutto identificando l’origine del dolore, che spesso dipende dalla postura che assumiamo nel luogo in cui passiamo un terzo della giornata: l’ufficio.

4 preziosi consigli per non soffrire più di mal di schiena

Il mal di schiena non è causato solo dalla postura che hai davanti al pc in ufficio ma anche da quella che assumi durante la giornata. Ecco alcuni consigli per scongiurare la comparsa di contratture e dolori fastidiosi.

  • Le distanze: lo schermo del pc, in ufficio, deve essere collocato a circa mezzo metro dai tuoi occhi, mentre la tastiera deve permetterti di appoggiare bene tutto il braccio per rendere la scrittura più confortevole e rilassata. Questa distanza è l’ideale per evitare che ti avvicini troppo allo schermo curvando la schiena in avanti, preservando la tua vista e prevenendo contratture muscolari dei tricipiti, dovute ad esempio alla necessità di tenere su le braccia per raggiungere tutti i tasti.
  • La scrivania e la sedia: a livello ergonomico, la scrivania dovrebbe essere alta circa 80 cm e la sedia deve essere regolata in base alla tua altezza. Questa, inoltre, dovrebbe possedere un poggia schiena ergonomico che sostenga la muscolatura lombare e che segua la naturale curvatura della schiena. Ricorda, infine, che la postura corretta prevede che tu possa poggiare i gomiti sulla scrivania comodamente e che lo schermo davanti a te sia esattamente perpendicolare al tuo corpo. Molti posizionano il monitor di lato, costringendo il corpo (rivolto verso destra o verso sinistra) a una posizione innaturale per collo e schiena.
  • Le gambe: gli arti inferiori non andrebbero accavallati ma, se proprio non puoi farne a meno, cambia spesso l’incrocio per non compromettere la circolazione e la posizione della schiena. Questa, infatti, si flette in base alla posizione delle gambe e questa situazione può dar luogo a contratture e stiramenti molto fastidiosi. Se lo ritieni confortevole, utilizza un poggiapiedi per facilitare la corretta angolazione di anche e ginocchia: queste, così come il gomito, devono formare un angolo retto per garantire di non avere ripercussioni sulla postura generale del corpo.
  • Gli esercizi utili: uno dei modi per scongiurare la comparsa di dolori e fastidi è quello di praticare attività fisica che rinforzi i muscoli che possono aiutarti a mantenere la schiena dritta. Allena i fasci muscolari di schiena e addome, altrettanto importante per sostenere la colonna vertebrale. Gli addominali vengono sottovalutati quando si parla di postura, credendo che debbano essere allenati solo per ottenere un ventre piatto e sexy. In realtà, assieme ai muscoli della schiena, contribuiscono al raggiungimento di una postura corretta impedendo al tronco di curvarsi e di flettersi in maniera sbagliata. Rinforza anche i muscoli delle spalle: ti aiuteranno a mantenerle “aperte” evitando che si chiudano in avanti, generando altresì posizioni scorrette.

Mal di schiena: gli esercizi alla scrivania

Quando sei in ufficio, addominali e flessioni sono da evitare ma puoi tenerti in allenamento praticando dei movimenti capaci di sciogliere muscoli e articolazioni anchilosate dalle lunghe ore di lavoro sedentario. Innanzitutto, alzati e fai una passeggiata di qualche minuto ogni mezzo’ora: riattiverai il microcircolo e potrai sgranchirti le gambe. Ogni qualvolta ne senti la necessità, fai delle circonduzioni delle braccia sia in avanti che indietro e tira le spalle all’indietro: sentirai probabilmente “scrocchiare” le articolazioni ma non preoccuparti, non ha nulla di rotto! Fai anche delle circonduzioni della testa per sbloccare il collo e la cervicale: anche questa subisce contratture perché sostiene il peso della testa (spesso) in posizione scorretta per ore e ore. Infine, rimanendo sulla sedia, piegati in avanti cercando di rimanere al centro delle gambe e flettendoti prima su una e poi sull’altra gamba: riuscirai a sciogliere i muscoli della schiena senza rischiare di esagerare.

Se hai ancora dei dubbi sul da farsi, consulta il sito www.inail.it: troverai dei chiarimenti e in che modo la legge regolamenta e tutela il lavoratore dipendente e la sua postura in ufficio.

Commenta
22/05/2012

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Salute

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale