Home  
  
  
    Miopia
Cerca

Oculistica
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Miopia: un difetto della vista

Vedere bene da vicino e male da lontano: effetti della miopia. Chiarimenti sul difetto visivo che in Italia accomuna milioni di persone.

Miopia
© Getty Images

Che cosa si intende per miopia?

Un vizio di rifrazione che, nella sua forma più comune, è dovuto a una lunghezza eccessiva del bulbo oculare (miopia assile), per cui le radiazioni luminose provenienti da lontano (da più di 6 metri) convergono davanti alla superficie della retina anziché sulla retina stessa; si ha di conseguenza una visione nitida da vicino e sfuocata da lontano. Anche per l'aumento del potere di rifrazione dei mezzi diottrici, per esempio nel corso della opacizzazione del cristallino (cataratta), si può avere una miopia (miopia d'indice). Nelle miopie elevate, al vizio refrattivo si associano fatti degenerativi a carico della retina che possono, in alcuni casi, predisporre al distacco della retina stessa.

Qual è la sua incidenza?

Circa un terzo delle persone che portano lenti correttive sono affette da miopia; in Italia i colpiti da miopia sono alcuni milioni.

Questo difetto è più frequente nei maschi che nelle femmine?

Più o meno la frequenza è uguale.

La miopia è ereditaria?

Alla base della miopia esiste un fattore genetico. In certi casi può essere ricorrente nell'ambito familiare, soprattutto quando entrambi i genitori ne sono affetti.

È in qualche modo possibile prevenirne l'insorgenza?

No.

La miopia può migliorare spontaneamente?

Nella maggior parte dei casi, no.

L'uso costante di lenti correttive appropriate può migliorare la miopia?

No; gli occhiali servono semplicemente a correggere l'ametropia, cioè il rapporto esistente fra potere di rifrazione e lunghezza del bulbo oculare.

A quale età un bambino miope può cominciare a portare lenti correttive?

Di solito a tre anni, ma se necessario, anche a un anno o prima. Se la correzione del difetto refrattivo non avviene in tempo utile, l'occhio diventerà "ambliope" cioè pigro, non sufficientemente stimolato a svolgere la sua funzione visiva, e quindi la sua resa funzionale sarà sempre inferiore rispetto all'occhio normale o all'occhio corretto nel modo adeguato.

1 Miopia - continua ►

Commenta
04/05/2010

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale