Home  
  
  
    La maculopatia
Cerca

Oculistica
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

La degenerazione maculare

La degenerazione maculare è una patologia retinica molto diffusa che provoca un’importante e irreversibile riduzione della funzionalità visiva. Nei Paesi Occidentali è la principale causa di ipovisione dopo i 50 anni e, secondo le stime dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, la sua incidenza è destinata ad aumentare nei prossimi anni a causa del progressivo invecchiamento della popolazione.

La maculopatia
© Getty Images

Che cos’è la degenerazione maculare?

La degenerazione maculare è una malattia multifattoriale ad andamento progressivo che interessa la macula, la parte più sensibile della retina. La macula è la zona responsabile della visione centrale; quando è colpita, inizialmente viene alterata la visione dei colori e del contrasto. In seguito, si riscontra una riduzione dell’acuità visiva. Progressivamente avviene la deformazione dell’immagine con la conseguente scomparsa di una parte di essa. Negli stadi più avanzati si arriva allo scotoma centrale, ovvero il soggetto percepisce una macchia nera al centro del campo visivo, che rimane centrale anche con i movimenti dell’occhio. La degenerazione maculare è una patologia fortemente invalidante che può portare alla perdita completa ed irreversibile della visione centrale.

Degenerazione maculare legata all’età

Molte persone, a causa del naturale processo di invecchiamento dell’organismo, sviluppano una maculopatia legata all’età. La DMLE, degenerazione maculare legata all'età, è la prima causa di invalidità visiva in Italia. È  una lesione degenerativa della macula caratterizzata, negli stadi precoci, da drüsen e da alterazioni pigmentate. Viene comunemente classificata utilizzando i termini “secca” e “umida”:

-        La maculopatia secca o atrofica rappresenta il 90% dei casi, ha un’evoluzione lenta e provoca una graduale diminuzione della vista. Si tratta di un difetto di nutrimento tale da far atrofizzare la retina, rendendola più sottile.

-        La maculopatia umida o essudativa rappresenta il 10% dei casi, è più grave e talvolta provoca cecità. È  causata dalla crescita di nuovi capillari attorno e sotto la retina che lasciano diffondere sangue e siero. Col tempo, questi vasi anomali inducono una reazione fibrosa che porta alla formazione di una cicatrice. La cicatrice compromette il funzionamento della macula in maniera irreversibile. 

Cause

Le cause di degenerazione maculare, in genere, sono una combinazione di fattori genetici e ambientali che determinano o aggravano il naturale processo di invecchiamento dei tessuti della macula. L’età è il principale fattore di rischio, non di meno l’ereditarietà. I pazienti con casi di degenerazione maculare in famiglia hanno una maggiore probabilità di sviluppare una maculopatia a causa della predisposizione genetica. La comparsa di degenerazione maculare può non di meno essere determinata da traumi oculari, malattie come la miopia patologica, forme infiammatorie, infettive e idiopatiche; tutte cause che hanno in comune la capacità di provocare la crescita di vasi anormali al di sotto della retina. L'ipertensione arteriosa e l'arteriosclerosi giocano un ruolo importante nell'insorgenza delle lesioni maculari senili, allo stesso modo potrebbero contribuire fattori esterni come un’alimentazione carente di vitamine, il fumo o un’eccessiva esposizione alla luce solare senza filtri o protezioni.

Sintomi

La degenerazione maculare si manifesta con sintomi caratteristici: inizialmente il paziente sperimenta episodi di metamorfopsie, ovvero riferisce una percezione alterata delle immagini, le lettere appaiono distorte e i colori meno brillanti. La comparsa di distorsioni e ondulazioni della visione centrale è il sintomo più comune dell’anormale crescita dei vasi sanguigni. In seguito compaiono macchie centrali grigie o nere nel campo visivo con conseguente diminuzione della vista. Quando la perdita della visione centrale diventa completa, non è più possibile vedere nel punto in cui si fissa lo sguardo.

La diagnosi precoce dei sintomi è fondamentale per la prescrizione di un trattamento che possa arrestare o rallentare l’evolvere della patologia. Un controllo regolare dal medico oculista è consigliato a partire dai 50 anni soprattutto se si sono registrati in famiglia casi di degenerazione maculare o infezioni alla retina. La degenerazione maculare non provoca cecità totale in quanto la visione paracentrale e laterale non viene compromessa dalla malattia. Tuttavia, non bisogna sottovalutare la gravità di questa patologia che alla lunga diventa invalidante e compromette semplici azioni quotidiane, come la lettura. 

Commenta
19/11/2014

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale