Home  
  
  
    10 domande sul fluoro
Cerca

L'igiene dentale
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

10 domande sul fluoro

Utilizzato in passato come prevenzione dalle carie dentarie, si consigliava di somministrare già alla nascita un supplemento di fluoro ai bambini. In seguito, questa pratica è stata sospesa dalle autorità sanitarie. Doctissimo ti fornisce 10 risposte concrete sul fluoro.

10 domande sul fluoro
© Getty Images

1 - Cos'è il fluoro?

Il fluoro è un oligoelemento che può trovare impiego in applicazioni come il dentifricio o il colluttorio, ma lo si può assumere anche per via orale, sotto forma di compresse, gocce o sale fluorato.

2 - A cosa serve il fluoro?

Il fluoro protegge i denti dalle carie perché preserva lo smalto dagli attacchi degli acidi.

3 - Dove si trova il fluoro?

Il fluoro è presente nella maggior parte degli alimenti, ma anche allo stato di elemento in traccia. In particolare, il fluoro è presente:

  • Nell'acqua del rubinetto e nelle acque in bottiglia: attenzione, gli apporti possono variare dal 100 al 200%! Per conoscere il tenore di fluoro contenuto nell'acqua del rubinetto, puoi informarti presso gli uffici del tuo comune di residenza. Per quanto riguarda le acque in bottiglia, le quantità di fluoro variano da 0,1 mg/l a 9 mg/l. Ovvero: le acque per cui è indicato "Può essere utilizzata per la preparazione degli alimenti dei lattanti"" non contengono più di 0,5 mg/l di fluoro.
  • Nel sale da tavola: in media, la dose di fluoro assorbita è di 0,25 mg al giorno quando il sale è arricchito di fluoro (controllare la dicitura "sale fluorato" riportata sull'etichetta).
  • Nel dentifricio: la quantità di fluoro dipende dalle marche e dal target di riferimento, ma il 99% dei dentifrici sono fluorati. I dentifrici per bambini contengono dosi minime di fluoro (50 mg di fluoro per 100 g, ovvero 500 ppm, per i bambini al di sotto dei 6 anni) rispetto a quelli per adulti (oltre 150 mg, ovvero da 1.000 a 1.500 ppm). Utilizzato localmente, il fluoro agisce direttamente sullo smalto dei denti.

4 - Quali sono le dosi giornaliere consigliate per i bambini?

Assorbito in quantità eccessiva, il fluoro può risultare tossico, motivo per cui non bisogna superare una certa quantità di fluoro al giorno (0,5 mg per i bambini da 1 a 3 anni, 0,8 mg per i bambini da 4 a 6 anni e meno di 1,5 mg per i bambini di età inferiore ai 13 anni).

5 - Qual è il consumo giornaliero per gli adolescenti e gli adulti?

A partire dai 13 anni, gli uomini e le donne possono consumare fino a 2 mg di fluoro al giorno e persino 2,5 mg per gli uomini in età adulta.

6 - Come valutare il consumo giornaliero di fluoro?

Si tratta di considerare i diversi apporti di fluoro nell'alimentazione (acqua da bere, sale) e nel dentifricio che usi tutti i giorni. In genere, nel caso dei bambini come per gli adulti, non è richiesta alcuna prescrizione supplementare di fluoro nell'ambito di un'alimentazione equilibrata e di un corretto stile di vita.

7 - Quando è necessario un supplemento di fluoro?

È possibile somministrare integratori di fluoro sotto forma di compresse o di gocce ai bambini che presentano un alto rischio di carie, fin dalla comparsa dei primi denti (intorno ai 6 mesi), e dopo aver eseguito un check-up personalizzato degli apporti di fluoro. I rischi di carie sono essenzialmente causati da una cattiva igiene orale e da un consumo eccessivo di prodotti zuccherati.

8 - Quali sono i rischi di un sovradosaggio di fluoro?

Con un consumo eccessivo di fluoro sia tu che tuo figlio correte il rischio di fluorosi dentale: lo smalto dei denti diventa poroso, i denti si indeboliscono e possono comparire lesioni o macchie.

9 - Come prevenire le carie?

La base della prevenzione rimane lavarsi i denti (due - tre volte al giorno) utilizzando un dentifricio specifico a seconda dell'età. Nel caso dei bambini, evita di dar loro da bere un biberon di acqua zuccherata prima di metterli a letto.

10 - E per le future mamme?

Inutile prescrivere il fluoro alle donne incinte nella speranza di rinforzare i denti dei futuri neonati. È noto che il fluoro non penetra la barriera placentare.

Delphine Bourdet

Commenta
13/12/2012

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale