Home  
  
  
    L'isteroscopia
Cerca

Ginecologia
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

L'isteroscopia: che cos'è e come si svolge

Tra i tanti esami ginecologici, l'isteroscopia è uno dei più importanti perché permette di rivelare eventuali anomalie della parete dell'utero. Ma come si svolge questo esame? Come ci si prepara? Scoprilo con Doctissimo

L'isteroscopia
© Getty Images

A cosa serve?

Questo esame studia la parete dell'utero (endometrio) allo scopo di:

  • Rivelare la presenza di eventuali anomalie.
  • Eseguire prelievi per analisi di laboratorio.
  • Effettuare piccoli interventi chirurgici (resezione di polipi o fibromi, raschiamento) quando l'esame viene eseguito in anestesia generale.

L'esame va alla ricerca di:

L'esame è indicato nei quadri clinici di:

L'isteroscopia è considerato l'esame di riferimento per l'alto livello di precisione

Che cos'è?

Il principio consiste nell'esplorazione della parete interna del corpo e del collo dell'utero (mucosa o endometrio) mediante l'utilizzo di un endoscopio.

I dispositivi ottici, o endoscopi, impiegati possono essere costituiti da un tubo rigido o da un tubo flessibile. Presentano un diametro di alcuni millimetri e sono muniti di una fibra ottica. Una sorgente luminosa è posta su una delle estremità. Gli endoscopi dalle migliori prestazioni sono quelli che utilizzano una mini fotocamera e che sono collegati a un monitor. Possono inoltre essere muniti di pinze per effettuare prelievi di tessuto per l'analisi di laboratorio.

Come si svolge l'esame?

  • L'esame viene eseguito da un medico ginecologo-ostetrico. L'isteroscopia diagnostica non richiede anestesia generale e utilizza un fibroscopio flessibile, a differenza dell'isteroscopia chirurgica.
  • L'esame deve essere eseguito lontano dal ciclo mestruale, nella prima parte del ciclo.
  • Dopo aver comunicato il proprio arrivo all'accettazione, si attenderà qualche minuto in sala d'attesa.
  • Prima dell'esame, sarà necessario togliersi gli indumenti nello spogliatoio.
  • L'esame viene eseguito in condizioni sterili. Il medico posiziona lo speculum (come durante una visita ginecologica) e disinfetta il collo dell'utero. L'isteroscopio viene introdotto nell'orifizio della cervice uterina (o collo dell'utero) e fatto avanzare all'interno della cavità uterina per consentirne l'esplorazione completa. Viene utilizzato un gas o un siero per distendere le pareti uterine, che risulteranno quindi più visibili.
  • L'esame dura circa 20 minuti. È veloce!
  • Dopo l'esame è possibile riprendere a bere e a mangiare normalmente. Per alcuni giorni sarà possibile osservare piccoli sanguinamenti di lieve entità.
  • I risultati: Il medico fornirà un primo quadro della situazione e invierà l'esito definitivo al tuo medico curante, il più rapidamente possibile. Il curante ti spiegherà i risultati e ti dirà cosa fare.

E' doloroso?

  • Non è un esame molto piacevole
  • Nella maggioranza dei casi, l'avanzamento dell'endoscopio non è doloroso, e questo grazie alla flessibilità del tubo. Talvolta è possibile avvertire dolori simili a quelli causati dal ciclo mestruale, ma si tratta di disturbi passeggeri. Per calmare questi dolori, ti verranno prescritti dei farmaci antalgici

Come prepararsi all'esame?

Per sottoporsi a un'isteroscopia diagnostica non è richiesta alcuna preparazione. Non è neppure necessario essere a digiuno: è possibile mangiare e bere normalmente.

Ricordati di portare:

  • La lettera del tuo curante e le prescrizioni mediche.
  • La tessera sanitaria.
  • I risultati degli esami del sangue.

Segnala:

  • Se soffri di allergie.
  • I tuoi antecedenti medici e chirurgici.
  • La data dell'ultima mestruazione.

Quali sono i rischi?

Sono pochi e spesso non gravi:

  • L'esplorazione dell'utero può irritare la parete e causare piccoli sanguinamenti.
  • La complicanza più grave è l'infezione dell'utero, anche se è rara.
  • Se nei giorni successivi all'esame compaiono dolori o febbre, rivolgiti tempestivamente al medico.

Dr. Sébastien Ronze

Commenta
22/01/2015

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale