Home  
  
  
  
    Punture di insetti
Cerca

Lesioni prodotte da animali
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Punture di insetti

Le punture di insetti possono essere pericolose. Semplici utilissimi consigli per intervenire con successo in caso di morsicatura.

Punture di insetti
© Getty Images

Le punture di insetti, quali vespe, calabroni, api, zanzare, tafani, pulci o formiche sono pericolose?

Possono esserlo per chi è allergico al veleno di questi insetti, e in tal caso richiedono un tempestivo trattamento.

Quali misure immediate occorre adottare quando si è punti da simili insetti?

a) Qualora nella cute sia rimasto infisso il pungiglione, è necessario estrarlo con precauzione, facendo soprattutto attenzione a non spezzarlo;

b) se la puntura provoca forti dolori, si può lenirli mediante impacchi con acqua fredda o applicando sul punto colpito una pomata all'acido borico;

c) qualora un individuo notoriamente allergico alla puntura di una determinata specie di insetti venga punto a un braccio o a una gamba, è sovente consigliabile applicare un laccio emostatico al di sopra del punto colpito, in modo da rallentare l'assorbimento e la diffusione del veleno. È tuttavia necessario lasciare tale laccio per non più di venti minuti, facendo poi intercorrere una decina di minuti prima di applicarlo nuovamente; lo scopo è di consentire al sangue di tornare a ossigenare le cellule, che altrimenti cadrebbero in sofferenza;

d) nel caso il punto colpito si gonfi notevolmente, occorre rivolgersi al medico che provvederà a somministrare all'interessato un medicinale antiallergico (antistaminico) o a adottare altre misure per neutralizzare gli effetti negativi della puntura; e) è infine assolutamente necessario non grattare l'area colpita, poiché ciò non solo aumenta il pericolo di infezioni, ma favorisce anche la diffusione del veleno nell'organismo.

Le punture di api, vespe, bombi e calabroni possono risultare letali?

Soltanto in casi rarissimi, per esempio se vengono inferte nelle vene del collo e delle tempie, in bocca o da numerosi insetti contemporaneamente. Per i lattanti e i bambini in tenera età sono comunque più pericolose che per gli adulti.

Commenta
04/05/2010

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale