Home  
  
  
  
    Punture di aracnidi
Cerca

Lesioni prodotte da animali
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Punture di aracnidi

Fastidiose punture di aracnidi possono provocare disturbi più o meno gravi. Ma attenzione alle punture di specie che risultano letali.

Punture di aracnidi
© Getty Images

Quali effetti possono produrre la puntura o la morsicatura di ragni, tarantole e scorpioni?

Il veleno delle specie diffuse in Europa (e quindi in Italia) di questi aracnidi provoca disturbi analoghi a quelli delle punture di insetti, cioè irritazione.

Quali altri aracnidi possono causare, con il loro morso, irritazioni cutanee?

Millepiedi, acari e zecche.

Come si curano punture e morsicature di questi diversi aracnidi?

Allo stesso modo delle punture di insetti.

I morsi di millepiedi e tarantole e le punture di scorpioni sono pericolosi?

Di solito no, ma possono divenirlo se inferte a lattanti, oppure al volto o al collo. In ogni caso, possono dar origine, sia pure temporaneamente, a una grave sintomatologia e a notevoli disturbi.

Il morso della vedova nera è pericoloso?

Sì, soprattutto per i bambini. Le morsicature di questo aracnide risultano talvolta mortali e sono caratterizzate da violenti dolori addominali e marcato irrigidimento dei muscoli dell'addome.

Come si può riconoscere la vedova nera?

Questi aracnidi hanno il corpo arrotondato, color nero cupo, e sono caratterizzati dalla presenza sull'addome di un disegno rosso a forma di clessidra. Occorre rilevare che soltanto le femmine, grandi all'incirca quanto un pisello sono pericolose, mentre i maschi sono assolutamente innocui per l'uomo.

Quali misure di pronto soccorso occorre adottare in caso di morsicatura da vedova nera?

a) Anzitutto è necessario applicare un laccio emostatico al di sopra del punto colpito, per rallentare l'assorbimento del veleno, peraltro senza stringerlo al punto da arrestare il polso;

b) praticare un'incisione a X sul punto morso e farne uscire il sangue;

c) rivolgersi immediatamente a un medico, che provvederà alla cura opportuna;

d) costringere il paziente a rimanere il più tranquillo e immobile possibile.

In Italia ci sono le vedove nere?

No, vivono nel Sud e Centroamerica e nelle regioni meridionali degli Stati Uniti. In Italia vive una specie affine, la malmignatta o ragno volterrano, il cui morso però è mortale solo in casi rarissimi.

Come si può riconoscere la malmignatta?

È lunga 1-2 cm, con zampe molto sviluppate e addome globoso, nero, con tredici macchioline rosse.

Commenta
04/05/2010

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale