Home  
  
  
  
    I rischi delle lampadine a basso consumo
Cerca

Avvelenamenti
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Lampadine a risparmio energetico, quali i rischi?

Già da qualche anno sono state introdotte sul mercato, per ordine dell’Unione Europea, le lampadine a basso consumo d’energia. Ma sapevi che se da un lato queste lampadine ti salvano da una bolletta troppo salata, dall'altro potrebbero attentare alla tua salute a causa dell’eccessiva quantità di mercurio che possiedono? Quali sono, dunque, i rischi a cui vai incontro? Cosa accadrebbe se una lampadina a basso consumo dovesse rompersi?

I rischi delle lampadine a basso consumo
© Getty Images

Già da qualche anno sono state introdotte sul mercato, per ordine dell’Unione Europea, le lampadine a basso consumo d’energia. Ma sapevi che se da un lato queste lampadine ti salvano da una bolletta troppo salata, dall’altro potrebbero attentare alla tua salute a causa dell’eccessiva quantità di mercurio che possiedono? Quali sono, dunque, i rischi a cui vai incontro? Cosa accadrebbe se una lampadina a basso consumo dovesse rompersi?

Gli effetti del mercurio

Le lampadine a risparmio energetico contengono da 3 a 5 mg di mercurio, una quantità decisamente più alta rispetto alle normali lampadine. Questa sostanza risulta, secondo studi realizzati da specialisti, molto pericolosa per la tua salute. Infatti sarebbe in grado di causare:

In particolar modo sono a rischio le donne in stato di gravidanza ed i bambini piccoli, poichè il mercurio influisce sullo sviluppo del cervello e del sistema nervoso del feto e del neonato.

Gli esami svolti dagli specialisti dimostrano che quando una lampadina a basso consumo si rompe, i vapori di mercurio si diffondono nell’aria superando di gran lunga i livelli di sicurezza e continuando a nuocere per molte settimane dopo la rottura. Le lampadine che non vengano smaltite correttamente potrebbero rompersi nei camion della spazzatura, diffondendo i vapori di mercurio sulla città, o finire nelle discariche dove il mercurio potrebbe contaminare aria, acqua e suolo. Risulta, dunque, fondamentale il corretto smaltimento di questo rifiuto. 

I problemi causati dalle lampadine

Infine questo tipo di lampade, secondo quanto riferito dall’American Journal of Industrial Medicine, emetterebbe radiazioni elettromagnetiche pericolose soprattutto a distanze ravvicinate, responsabili di:

Inoltre, il tremolìo della luce potrebbe provocare mal di testa, affaticamento e problemi alla vista.

Cosa fare quando la lampadina si rompe

Se proprio non riesci a fare a meno dei benefici che le lampadine a basso consumo apportano al tuo portafoglio, ricordati di seguire precise regole se una lampadina dovesse rompersi. Per proteggere te e i tuoi cari dal rilascio di mercurio:

  • Chiedi alle donne in gravidanza e ai bambini di allontanarsi dalla stanza. Se hai animali fai allontanare anche loro
  • Apri subito le finestre e lascia areare per almeno 15 minuti
  • Procurati una mascherina, guanti e occhiali protettivi. Non utilizzare l’aspirapolvere
  • Raccogli i pezzi più grandi con le mani e quelli più piccoli con il nastro adesivo o fogli di cartone
  • Getta i cocci in contenitori chiusi ermeticamente (vasi di vetro o sacchetti di plastica sigillabili)
  • Pulisci la superficie con un panno umido e poi getta tutto quello che hai utilizzato per pulire
  • Lavati bene le mani quando hai finito

Mantieni la distanza corretta

Un altro importante suggerimento da seguire se fai largo uso di lampadine a basso consumo d’energia è di mantenere da queste una distanza di almeno 30 cm. Infatti, secondo uno studio condotto a Zurigo, per evitare il rischio di infiammazioni ed eritemi causati dall'esposizione alle correnti elettriche e ai campi elettromagnetici, è importante non inserire le lampadine in oggetti a te troppo vicini; ad esempio lampade da tavolo, abat jour ecc.

Consumare meno o salvaguardare la salute?

Dunque cosa è meglio fare? Badare al portafoglio consumando meno energia o proteggere la salute? La risposta, per alcuni, potrebbe sembrare scontata ma in realtà si può seguire un banale ma efficace compromesso: il segreto è eliminare gli inutili sprechi di energia. Sia che utilizzi lampadine a basso consumo o lampadine ad incandescenza, l’importante è bandire quell’illuminazione superflua di cui, invece, spesso non riusciamo per distrazione o per pigrizia a fare a meno. Magari installare interruttori elettrici a tempo e sfruttare al massimo la luce naturale installando finestre e lucernari.

Attraverso questi piccoli ma importanti gesti, portafoglio e salute ti ringrazieranno. 

Commenta
27/11/2014

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale