Home  
  
  
    La vitamina D3
Cerca

Interpretare le analisi del sangue
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

La vitamina D3

La vitamina D (o colecalciferolo) è composta da due tipi di vitamine: la vitamina D2, di origine vegetale presente negli alimenti, e la vitamina D3, vitamina naturale sintetizzata nella pelle sotto l'azione dei raggi UV.

La vitamina D3
© Getty Images

Cos'è la vitamina D3 o colecalciferolo?

La vitamina D3, o colecalciferolo, è la forma naturale della vitamina D. L'apporto alimentare è molto basso: viene essenzialmente elaborata dalla pelle sotto l'azione dei raggi ultravioletti. In seguito, si formano nell'organismo diversi derivati più o meno attivi, in particolare il 25-OH-D3. La vitamina D3 rappresenta il principale fattore antirachitico. Il fabbisogno di questa vitamina varia in funzione del grado di esposizione al sole e dal livello di pigmentazione della pelle. 15 - 30 minuti di sole al giorno corrispondono al 50 - 90% degli apporti giornalieri. Il resto viene assicurato attraverso l'alimentazione. Nei bambini si raccomanda un apporto di vitamina D nei primi 3 anni di vita. Occorre tener presente che le vitamine sono sostanze di cui l'organismo necessita per la crescita, ma che il corpo non è in grado di fabbricare. In linea di massima, gli apporti alimentari sono sufficienti e nei paesi industrializzati si osservano di rado carenze vitaminiche. Ogni vitamina svolge un ruolo specifico. Scopri con Doctissimo quali sono gli alimenti ricchi di vitamina D.

Concentrazione di vitamina D nel sangue

Una carenza di vitamina D determina un ritardo nella rimineralizzazione del tessuto osseo (rachitismo nel bambino, osteomalacia nell'adulto). Il suo tasso varia in funzione dell'esposizione al sole e degli apporti alimentari (talvolta integrati con supplementi di vitamina D).

Come si svolge il prelievo per la vitamina D3?

Il prelievo viene solitamente eseguito da una vena alla piega del gomito con sangue venoso, preferibilmente a digiuno. Prima del dosaggio, il sangue prelevato dovrà essere conservato al riparo dalla luce. Il siero verrà tempestivamente congelato nelle 4 ore successive al prelievo (almeno 2 mL).

Valori normali di vitamina D3

Concentrazione di 25-OH- D3: da 75 a 200 nmol/L, ovvero da 30 a 80 µg/L

Soglia di tossicità > 250 nmol/L, ovvero 100 µg/L

Variazioni patologiche della vitamina D3

Livelli bassi di vitamina D nel sangue - Cause:

• Rachitismo, osteomalacia a seguito di carenza di sostanze nutritive o digestiva

• Osteoporosi senile

• Malattia di Paget

• Tumore della prostata

• Apporti insufficienti (gravidanza, vecchiaia, crescita)

• Iperparatiroidismo

• Insufficienza epatica, cirrosi: nessuna forma attiva

• Insufficienza renale, ipoparatiroidismo

• Trattamento con anticonvulsivanti

• Nefrosi

Livelli elevati di vitamina D3 nel sangue - Cause:

• Intossicazione durante i trattamenti con vitamina D

• Aumento della forma attiva: litiasi ipercalcemica

• Sarcoidosi

Dr.ssa Marie-Françoise Odou

Commenta
03/03/2014

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale