Home  
  
  
    La proteina C e S
Cerca

Interpretare le analisi del sangue
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

La proteina C e la proteina S

La proteina C è una glicoproteina vitamina K-dipendente. In presenza di proteina S, svolge un'attività anticoagulante fisiologica e può contribuire alla dissoluzione di eventuali coaguli di sangue.

La proteina C e S
© Getty Images

Cos'è la proteina C?

La proteina C viene sintetizzata dal fegato e trasformata in enzima attivo sotto l'azione della trombina in presenza di calcio e fosfolipidi. In presenza di proteina S, il suo cofattore, la proteina C e la proteina S agiscono in modo congiunto per esercitare un'attività anticoagulante fisiologica mediante l'attivazione dei fattori Va e VIIIa. Favoriscono inoltre la fibrinolisi, che consente la ripermeabilizzazione di un vaso sanguigno in seguito alla formazione di un coagulo, e neutralizza anche gli inattivatori plasminogeni in circolo.

Concentrazione di proteina C nel sangue

I deficit di proteina C, congeniti o acquisiti, determinano uno stato di ipercoagulabilità (o stato protrombotico) e costituiscono un rischio di incidenti tromboembolici. Al contrario, tassi elevati osservabili in concomitanza con trattamenti estroprogestinici, farmaci androgeni, in caso di diabete, di sindrome nefritica o infiammatoria, non provocano conseguenze patologiche.

Come si svolge il prelievo per l'analisi della proteina C?

Il prelievo viene solitamente eseguito da una vena alla piega del gomito, in una provetta con anticoagulante. Il prelievo deve essere eseguito evitando la posa eccessivamente prolungata del laccio emostatico.

Sangue citrato: 1 volume di citrato + 9 volumi di sangue

Non eseguire il prelievo in un soggetto sottoposto a trattamento anticoagulante antagonista della vitamina K (AVK). Si tratta di un anticoagulante che inibisce numerose fasi nel processo di coagulazione del sangue. Il sangue prelevato deve essere trattato rapidamente e congelato prima del dosaggio.

Valori normali della proteina C nel sangue

I tassi dell'adulto vengono raggiunti intorno ai 6 anni di età:

N: < 4 mesi = 2 a -50%

Valori di riferimento: mg x 16 = nmol 

Proteina C

Dosaggio immunologico (dosaggio dell'antigene)

48 - 80 nmol/L, ovvero 3 - 5 mg/L

Attività (rispetto a un pool di riferimento)

N: 70 - 130%

Attività (in unità funzionali)

N: 0.7 - 1.3 U/ml

Variazioni patologiche della proteina C

Livelli bassi di proteina C nel sangue - Cause:

Deficit acquisiti:

• Gravidanza (3° trimestre)

• Obesità

• Deficit congeniti di proteina C o di proteina S

• Insufficienza epatica con abbassamento dei fattori vitamina K-dipendenti

• Trattamento con antagonista della vitamina K

• Coagulazione intravascolare disseminata (CIVD)

Tumori, leucemie

• Insufficienza renale

Deficit congeniti della proteina C:

Nell'eterozigote, il tasso di proteina C rasenta il 50%. Le manifestazioni cliniche (trombosi venose recidivanti, embolie polmonari) compaiono prima dei 30 anni. Il deficit di proteina C è implicato in quasi l'8% degli incidenti trombotici.

Dr.ssa Marie-Françoise Odou

Commenta
03/03/2014

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale