Home  
  
  
    Analisi delle urine
Cerca

Esami di laboratorio
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Le analisi delle urine

Le analisi delle urine sono utili nella scoperta di infezioni, e non solo. Quando e come: ripeterle ciclicamente per una buona salute.

Analisi delle urine
© Getty Images

A chi ci si deve rivolgere per far analizzare le urine?

A un laboratorio ben qualificato: queste analisi rivestono infatti grande importanza ed è quindi bene non affidarle a laboratori non adeguatamente attrezzati.

Qual è il momento del giorno più idoneo per raccogliere un campione della propria urina?

Astraendo da certi esami speciali, per le analisi usuali l'urina deve essere raccolta in un contenitore sterilizzato al mattino, al momento della prima emissione.

Quali dati tende di solito a determinare l'analisi delle urine?

Oltre a stabilire il peso specifico dell'urina e se questa sia acida o alcalina, si accerta se contenga:

a) proteine;

b) glucosio e corpi chetonici;

c) pigmenti biliari (presenti, per esempio, in caso di ittero) ed emoglobina;

d) eritrociti e leucociti;

e) cilindri: cioè strutture microscopiche che indicano la presenza di un disturbo renale;

f) cristalli di certe sostanze chimiche;

g) muco;

h) batteri.

Quali conclusioni si possono trarre dalla presenza o dall'assenza nell'urina di queste sostanze?

Preziose informazioni circa la funzionalità e l'efficienza dei reni o di altre parti dell'apparato urinario, nonché sull'eventuale esistenza di diabete, epatopatie e altre affezioni.

La presenza di sostanze anomale nell'urina sottintende necessariamente l'esistenza di una malattia?

Non sempre, in taluni casi si tratta di un fenomeno transitorio, per cui è necessario ripetere l'esame a intervalli regolari prima di stilare una diagnosi definitiva.

È opportuno verificare i referti dell'analisi dell'urina con esami ematologici?

Sì, in quanto l'analisi dell'urina, pur fornendo informazioni utilissime, quasi mai consente da sola di trarre conclusioni definitive.

Si può diagnosticare un'infezione delle vie urinarie?

Sì, con l'urinocoltura, con cui si evidenziano e identificano i vari batteri, avendo a disposizione anche un antibiogramma per segnalare l'antibiotico cui è sensibile il batterio.

Come si raccolgono le urine per fare una urinocoltura?

Il campione deve essere prelevato al risveglio e deve essere costituito dal mitto medio (cioè dalle urine di mezzo, scartando le prime e le ultime) dopo accurata pulizia dei genitali.

Commenta
04/05/2010

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale