Home  
  
  
    Le analisi in otorinolaringoiatria
Cerca

Esami di laboratorio
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Gli esami in otorinolaringoiatria e ai polmoni

L’analisi batteriologica del prelievo ORL o broncopolmonare permette di ricercare e individuare eventuali batteri responsabili di infezioni localizzate in queste aree (è possibile effettuare anche una ricerca virale, ma non in modo sistematico). Una volta identificati questi germi, si procede con l'esecuzione di un antibiogramma (spesso indicato come ABG), esame in vitro che permette di valutare se un batterio è sensibile a un determinato antibiotico, per facilitare il medico nella prescrizione dell’antibiotico.

Le analisi in otorinolaringoiatria
© Getty Images

Come avviene il prelievo sulle secrezioni broncopolmonari e ORL?

Il prelievo viene eseguito, se possibile, prima dell’inizio di un trattamento antibiotico. In caso contrario, devi segnalare al medico il trattamento in corso. Prelievo a livello del naso, delle orecchie, della gola: il prelievo viene effettuato in laboratorio tramite lo sfregamento di uno scovolino sterile (un lungo bastoncino d'ovatta) sulla zona interessata.

Per le secrezioni broncopolmonari, le espettorazioni (catarro) vengono raccolte in un contenitore sterile. In questo caso è preferibile effettuare un lavaggio con una soluzione antisettica seguito da un risciacquo con acqua della cavità orale; le espettorazioni verranno raccolte dopo una tosse indotta (per esempio alla fine di una seduta di chinesiterapia respiratoria), conservando in via preferenziale i campioni emessi in seguito a più rigetti.

Risultati normali

Per il prelievo ORL: in condizioni normali è generalmente presente una flora diversificata.

Per quanto riguarda i prelievi broncopolmonari, viene eseguito un esame citologico per rilevare la presenza di cellule bronchiolari (il numero di cellule provenienti direttamente dalla bocca deve essere limitato, poiché livelli troppo alti di tali cellule indicano che il prelievo non è stato effettuato in modo soddisfacente). La coltura deve riportare quantità minime di germi (< 106/ml).

Risultati patologici

Rilevazione di batteri patologici predominanti nel prelievo ORL rispetto alla flora normale:

agenti della pertosse, angina di Vincent, angina da streptococco, difteria nei prelievi effettuati nella gola, germi responsabili di otiti, sinusiti e bronchiti, pneumococco, Haemophilus, Moraxella…

Per l’esame citobatteriologico del catarro, sarà possibile procedere con l'interpretazione solo se il prelievo è stato realizzato in condizioni idonee e se evidenzia la presenza di un germe con un tasso > di 107/ml: pneumococco, micoplasma, legionella o micobatteri nel caso di una tubercolosi.

Dr.ssa Marie-Françoise Odou

Commenta
04/04/2013

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale