Home  
  
  
    Il sesso in menopausa
Cerca

La menopausa
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Il sesso in menopausa

"La vita comincia a 40 anni", recitava, così, un proverbio popolare. Ma se questo è vero per molti aspetti della vita non lo è, però, per la sfera sessuale. La causa? La menopausa.

Il sesso in menopausa
© Getty Images

Se Robert Redford o Richard Gere vi appaiono “insipidi” non preoccupatevi... E’ uno degli “effetti collaterali” della menopausa! La menopausa, infatti, comporta per molte donne, una serie di cambiamenti fisici, mentali e, anche, sessuali. Ma questo delicato momento biologico, della vita di ogni donna, può anche rappresentare un nuovo capitolo della sfera sessuale. Se prima della menopausa, infatti, la vostra vita sessuale è stata piena e gratificante, molto probabilmente, continuerà a esserlo anche dopo. La sessualità è parte integrante dello stato di salute di un individuo. Non a caso, infatti, nella definizione di salute dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, oltre al benessere fisico, psichico e sociale, è incluso anche quello sessuale.

Gli aspetti negativi della menopausa sulla sessualità

In menopausa gli estrogeni scompaiono e gli androgeni si riducono, anche fino al 50 per cento, comportando, di conseguenza, una serie di cambiamenti corporei. Un numero compreso tra il 40 e il 60 per cento delle donne in menopausa, infatti, riporta dei cambiamenti nella funzione sessuale: riduzione del desiderio, difficoltà dell’eccitazione, mancanza dell’orgasmo e insoddisfazione generale. In particolare, poi, due disturbi sono un freno alla sessualità: la secchezza vaginale e la dispaurenia,  dolore durante i rapporti. Il desiderio sessuale dipende dalla giusta armonia tra estrogeni e progesterone con un “pizzico” di androgeni. La mancanza di estrogeni altera i caratteri sessuali secondari e, di conseguenza, la percezione biologica di femminilità. Ma anche la carenza di androgeni, specialmente nelle donne sottoposte ad asportazione delle ovaie, conduce a perdita del desiderio sessuale con, persistente e apparentemente ingiustificata, astenia, diminuito senso di benessere, perdita di peli pubici, riduzione della massa muscolare. Anche l’eccitazione dipende dal giusto accordo tra estrogeni e androgeni. Dopo la menopausa la vascolarizzazione dei genitali è ridotta, quella vaginale è estrogeno-dipendente, quella clitoridea, invece, è androgeno-dipendente. La lubrificazione vaginale, quindi, è ridotta e ritardata. Nella donna in menopausa ci vogliono anche 5 minuti per ottenere una buona lubrificazione vaginale rispetto, invece, ai 15 secondi di una donna giovane. Anche la distensibilità vaginale è ridotta: tale modificazione, però, è meno evidente in donne che mantengono un’attività sessuale regolare. L’espressione “to use or to loose” indica come la stimolazione, diretta e frequente, dei genitali sia il modo migliore per evitare le conseguenze negative della carenza ormonale. Inoltre la mancanza di ormoni può creare o peggiorare, sensibilmente, disturbi dell’affettività - ansia, depressione e insonnia - che riducono la disponibilità all’eccitamento. Infine, poi, la scomparsa degli estrogeni causa alterazioni del tatto, dell’olfatto, del gusto e della secrezione salivare che giocano un ruolo da “titolari” nella sensualità femminile.

Gli aspetti positivi della menopausa sulla sessualità

La sessualità in menopausa comporta, anche, diversi vantaggi. Primo fra tutti: non avere più la preoccupazione di evitare una gravidanza. Questo aspetto positivo è confermato da molte donne che affermano di sentirsi più libere di vivere, pienamente e serenamente, la propria sessualità in età matura rispetto a quando erano più giovani. Quando i figli sono autonomi, infatti, le donne sentono di potersi nuovamente concentrare su di sé e sulla propria vita di coppia. Per molte, poi, si tratta di una vera e propria rinascita che investe tutta la personalità femminile, non soltanto, la sfera sessuale. I momenti di intimità della coppia matura possono diventare più frequenti, in genere, si ha più tempo a disposizione e, soprattutto, gli si dà più valore. L’importante è adeguarsi ai cambiamenti che, progressivamente, avvengono nel vostro corpo che implicano, inevitabilmente, delle variazioni nel modo di fare l’amore. Quando c’è una buona intesa tra i partner, infatti, la coppia matura può fare, come si suol dire, di necessità virtù e, con la fantasia e la voglia di sperimentare, ha la possibilità di sviluppare nuovi modi di esprimere la propria sessualità. Queste alternative rappresentano, non di rado, per entrambi i partner, un sorprendente arricchimento della vita sessuale ed affettiva che soddisfa il bisogno di intimità. Oggi, poi, la medicina offre terapie efficaci nel trattare i disturbi legati alla menopausa: dalle terapie ormonali sostitutive, alle creme per migliorare la lubrificazione vaginale... basta trovare quella giusta!
E, allora, anche se Richard Gere o Robert Redford non vi attraggono più ricordate che, insieme al vostro partner, potete scoprire nuovi e appaganti aspetti della vita sessuale.

Commenta
30/09/2011

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale