Home  
  
  
    I test per individuare le infezioni urinarie
Cerca

La cistite
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

I test per scovare le infezioni urinarie

Le cistiti sono certamente una delle infezioni più frequenti nella donna. Secondo quanto emerso dagli studi sull'argomento, una donna su due sperimenterà un episodio di cistite nel corso della vita. Dei test consentono di effettuare una diagnosi precoce di queste infezioni nei soggetti sensibili. Ma attenzione: sottoporsi a questi test non deve comunque ritardare il consulto medico.

I test per individuare le infezioni urinarie
© Getty Images

A chi è destinato il test?

Il test è rivolto a tutte le pazienti che si sono dimostrate sensibili alle infezioni urinarie. In caso di cistite a ripetizione, il test consente di:

  • diagnosticare precocemente l'infezione in presenza di sintomi più o meno tipici;
  • controllare sistematicamente l'assenza di infezioni urinarie;
  • evitare che si instauri un'infezione asintomatica;
  • verificare che non vi sia traccia di persistenza di un batterio dopo il trattamento.

Come funziona?

Il test si basa sulla valutazione dell'attività esterasica dei globuli bianchi (leucociti) che proliferano in caso di fenomeno infiammatorio. D'altronde, i nitriti presenti nell'urina, anch'essi rilevati dal test, dimostrano l'esistenza di germi (tipo Colibacilli) che trasformano i nitrati in nitriti.

Come si utilizza?

La modalità d'uso di Uritest 2 è relativamente semplice:

  • raccogliere le urine mattutine;
  • immergere la striscia;
  • ogni striscia misura due parametri (leucociti e nitriti) attraverso scale di colore. I risultati possono essere negativi (assenza di infezione), dubbi o positivi:
    • Se i due parametri sono positivi, esiste il sospetto di infezione urinaria. Consultare il medico.
    • Se i due parametri sono negativi, non è rilevata alcuna infezione urinaria. A seconda del produttore, il test garantisce l'assenza di infezione al 98%.
    • Se i due parametri sono diversi, ripetere il test il giorno dopo. In caso di recidiva, consultare il medico.

L'Uritest, riservato alla diagnosi delle infezioni urinarie nella donna incinta, è in grado di analizzare due altri parametri: le proteine e il glucosio. La modalità d'uso è pressoché identica.

Quali sono i prodotti e i prezzi?

In farmacia sono disponibili due test. Entrambi sono prodotti dai laboratori Bayer Diagnostics:

  • Uritest 2 per la diagnosi delle infezioni del tratto urinario: una confezione contiene 10 strisce e il prezzo indicativo si aggira tra 9 e 11 euro;
  • Uritest per l'autodiagnosi a domicilio delle infezioni delle vie urinarie in gravidanza tramite apposite strisce: una confezione contiene 25 test. Ad esempio, se vengono utilizzati circa ogni 10 giorni, 1 confezione è sufficiente per coprire l'intero periodo della gravidanza. Il prezzo indicativo è di 15 - 17 euro.

Quante volte si utilizza?

Ogni striscia è monouso, quindi può essere utilizzata una sola volta.

I consigli di Doctissimo

Anche se non esistono soluzioni miracolose, alcuni semplici consigli permettono di limitare le recidive. Agendo direttamente sui fattori predisponenti è possibile non soffrire più di queste infezioni a ripetizione.

Per saperne di più, scopri i nostri dieci consigli per evitare le recidive e leggi il dossier dedicato a questa malattia.

David Bême

Commenta
03/05/2012

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale