Home  
  
  
    Debellare le infezioni urinarie
Cerca

La cistite
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Debellare le infezioni urinarie

Desiderio impellente e continuo di urinare, bruciori durante la minzione, dolori localizzati nel basso ventre? Quasi tutte le donne hanno sperimentato almeno una volta nella vita questa infezione della vescica chiamata cistite.

Debellare le infezioni urinarie
© Getty Images

La cistite è un disturbo intimamente legato all'anatomia della donna, in cui le vie genitali e l'ano sono vicini all'uretra, un piccolo condotto di tre - quattro centimetri che permette di svuotare la vescica. Quindi, la contaminazione da parte dei germi intestinali e vaginali responsabili di cistiti avviene attraverso questa semplice vicinanza. 

Cistite della luna di miele

Alcune cistiti dipendono anche dalla vita sessuale e ormonale. La prima cistite può seguire immediatamente il primo rapporto sessuale: è la classica "cistite della luna di miele". In seguito, le cistiti sono frequenti in concomitanza degli sbalzi ormonali che si manifestano durante la gravidanza e in menopausa. 

Da non prendere alla leggera

Ciò nonostante le cistiti non sono da sottovalutare. Alla comparsa dei primi bruciori urinari e dell'impellente bisogno di urinare, consulta tempestivamente il tuo medico. Infatti, un'infezione urinaria non curata può degenerare in un'infezione renale grave! Attenzione. Al di fuori del paracetamolo o di altri farmaci antidolorifici, non assumere nessun altro farmaco di tua iniziativa: potrebbe mascherare i germi responsabili dell'infezione. Dopo un esame citobatteriologico delle urine (ECBU), il tuo medico ti prescriverà l'antibiotico mirato. Devi anche bere a sufficienza e urinare regolarmente durante la giornata. Oggi le nuove molecole permettono un trattamento monodose (in un'unica assunzione). Questi potenti antibiotici agiscono per due o tre giorni nell'organismo. Un tale lasso di tempo è sufficiente per consentire all'organismo di ristabilirsi. 

Rischi di recidive

Il problema principale della cistite rimangono le recidive frequenti. Per ridurre i rischi, bevi una quantità abbondante di acqua (almeno un litro e mezzo nell'arco di 24 ore), non dimenticare di urinare dopo ogni rapporto sessuale e pratica un'igiene intima con acqua e sapone tutti i giorni o al massimo due volte al giorno. Attenzione: meglio non strafare. Evita docce vaginali troppo frequenti e continui lavaggi intimi che distruggono la flora naturale. Al termine di ogni minzione, asciugati praticando movimenti da davanti a dietro e non il contrario. Questo gesto semplice evita di riportare i germi intestinali a livello della vulva e di far nuovamente insorgere l'infezione.

Evita di assumere alimenti e bevande sospettati di favorire le crisi, ad esempio: spezie, vini e liquori, in particolare la birra. Ciò nonostante, se si verificassero nuovi episodi, il tuo curante ti prescriverà un check-up minimo con tanto di esami radiologici. Potrà anche prescriverti dei farmaci (antisettici urinari) da assumere a intervalli regolari o dopo i rapporti sessuali. Oggi i ricercatori tentano di mettere a punto un vaccino contro il principale batterio responsabile delle infezioni urinarie: l'Escherichia Coli. Da tenere sotto controllo...

Attenzione: se un primo episodio di cistite può essere considerato "banale" nella donna giovane, non può essere considerato tale qualora si manifesti nel bambino, nell'uomo adulto o nell'anziano. In questo caso il medico dovrà ricercare più specificamente la causa della cistite.

Dr.ssa Emmanuelle Billon

Commenta
03/05/2012

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale