Home  
  
  
    Il tumore mammario maschile
Cerca

Il cancro al seno
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Carcinoma della mammella: il rischio è anche per gli uomini

Anche se è molto raro, il carcinoma della mammella colpisce anche gli uomini, ma spesso viene diagnosticato tardivamente, perché si tratta di una malattia ancora poco nota. Quali sono le cause e i sintomi di questa forma tumorale? Quali sono le terapie? Facciamo il punto con l'aiuto di Hervé Curé, professore di cancerologia all’Istituto Jean-Godinot di Reims(51).

Il tumore mammario maschile
© Getty Images

Sui 50.000 casi di cancro della mammella scoperti in Francia ogni anno, meno dell'1% riguarda soggetti di sesso maschile: in relazione agli uomini, quindi, questa patologia è ancora poco nota, anche da parte del personale sanitario. "Questa forma di cancro è spontaneamente associata alla donna", ammette il Professor Curé. "Quando si trovano di fronte a un soggetto di sesso maschile, i medici la prendono in considerazione ancora troppo raramente". È per questo che il tumore raggiunge spesso uno stadio avanzato prima che venga formulata una diagnosi. "Il paziente si rivolge al medico dopo aver scoperto di avere una «pallina»nella mammella: il cancro viene poi diagnosticato in seguito a un'ecografia sospetta e a una successiva mammografia, che rivela la presenza di un cancro; la biopsia eliminerà quindi gli eventuali dubbi, evidenziando la presenza delle cellule tumorali tipiche di un adenocarcinoma mammario", spiega Hervé Curé. Scarsa informazione, assenza di sintomi evidenti e impossibilità di attuare uno screening: sono tutti fattori che determinano un tasso di sopravvivenza a 5 anni più basso nell'uomo rispetto alla donna (mediamente il 69% contro l'80%), con un rischio di metastasi più elevato.

Non esiste un profilo tipico

Le cause dell'insorgenza di un carcinoma mammario nell'uomo sono note. Come nella donna, si tratta di una mutazione dei geni BRCA1 o BRCA2, che predispongono alla malattia. Secondo il Professor Curé non esiste un profilo-tipo, ma unicamente due specificità. "Gli uomini della popolazione africana presentano una maggiore predisposizione alle mutazioni spontanee di questi geni, e da un punto di vista geografico è nelle Antille che la malattia ha una maggiore incidenza. La causa è quasi certamente l'esposizione ai pesticidi distribuiti nelle piantagioni di canna da zucchero, anche se non è ancora scientificamente provato". Le mutazioni si trasmettono anche per via ereditaria: è il caso di Stefano, 58 anni, recentemente curato per un adenocarcinoma della mammella destra. Stefano appartiene a una famiglia a rischio: "Mia madre e mia sorella sono state colpite dalla malattia, poi è toccato a me: prossimamente andrò a fare un depistage genetico". Si tratta di un modo per conoscere la mutazione di cui è portatore e informare la sua famiglia, anche se una trasmissione di questo tipo è molto rara (meno del 5% dei casi di cancro).

La scoperta è spesso casuale

Nei soggetti di sesso maschile la scoperta del carcinoma mammario accade quasi sempre per caso, come è successo a Stefano, ingegnere informatico e appassionato di auto d'epoca, che ha scoperto fortuitamente la malattia dopo essersi fatto male mentre si stava dedicando al suo hobby. "Ho sbattuto il petto contro il vetro della macchina che stavo restaurando. Ho provato un forte dolore, ma mi sono rivolto al medico solo circa due mesi dopo". Era il novembre 2012. Stefano è stato operato alcune settimane più tardi e ha terminato le terapie nel giugno dell'anno seguente. "Ho avuto fortuna, perché la malattia è stata diagnosticata molto tempestivamente.

La terapia è la stessa rispetto al carcinoma mammario femminile

Il trattamento proposto agli uomini è uguale a quello prescritto alle donne colpite da carcinoma mammario. Il paziente viene rapidamente operato per rimuovere il tumore e viene sottoposto a una linfoadenectomia, per limitare i rischi di metastasi, e successivamente a chemioterapia e radioterapia. Il trattamento, infine, viene completato da un'ormonoterapia con anti-estrogeni per 5 anni. "Anche in questo caso, gli effetti secondari per gli uomini sono gli stessi rispetto alle donne: stanchezza, crampi e vampate di calore. Devo ammettere che è strano ritrovarsi all'improvviso in un bagno di sudore", scherza Stefano.

La barriera psicologica

Il fatto di essere uomini rappresenta un fattore di disagio, perché la rarità dei casi rende difficile per un uomo prenotare una mammografia o giustificare la presenza di una cicatrice al seno. "Anche se come maschio do meno importanza al mio seno o ai miei capelli, mi sono posto delle domande e non avevo nessuno che mi spiegasse cosa avrei affrontato e gli ostacoli che mi attendevano... È per questo che ho deciso di aderire all'Associazione Vivre Comme Avant (Vivere come prima, n.d.t.) dopo aver incontrato una volontaria mentre ero in ospedale. Voglio aiutare gli uomini colpiti da questa malattia e sensibilizzare le persone". Anche se è appena diventato volontario, Stefano ha già le idee chiare: "Ho in mente di creare un piccolo manifesto con uno slogan del tipo "Tumore al seno: anche gli uomini sono colpiti" da mettere in tutte le sale d'attesa dei medici". E conclude: "Se il mio impegno permette di salvare una vita, sarà una grande vittoria!".

Sihem Boultif

Fonti

1 – Intervista al Professor Curé, Docente di cancerologia all'Istituto Jean-Godinot (CLCC) di Reims (51), marzo 2014.

2 – Colloquio con Etienne, colpito da carcinoma mammario nel 2012 (marzo 2014).

3 – Siti dell’Inserm (Institut national de la santé et de la recherche médicale)e dell’InVS (Institut de veille sanitaire)

4 - "Cancer du sein chez l’homme : profil histo-pronostique" (Carcinoma mammario nell'uomo: profilo isto-prognostico), Annales de pathologie, Vol 24 - N° HS1, p. 131 - novembre 2004 (abstract disponibile online).

Commenta
09/07/2014

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale