Home  
  
  
    La vita sessuale dopo il cancro al collo dell'utero
Cerca

Il cancro al collo dell'utero
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Quale vita sessuale dopo un cancro del collo dell’utero?

Il cancro del collo dell’utero è una malattia grave e pesante che lede l’intimità della donna. Dopo la cura è talvolta difficile ristabilire una relazione amorosa serena con il proprio partner. Tuttavia è possibile e sicuramente auspicabile.

La vita sessuale dopo il cancro al collo dell'utero
© Getty Images

In occasione di una visita ginecologica, le cellule prelevate dal collo dell’utero (pap-test) possono rivelarsi anormali. In questo caso, verrà eseguita una colposcopia, esame che permette di vedere bene la parte. Il medico potrà anche effettuare una biopsia, che sarà decisiva ai fini della scelta della cura contro il cancro.

Attendere la cicatrizzazione

Qualunque sia il tuo caso, non essere preoccupata. La ripresa di una vita sessuale normale è sempre possibile dopo la cura. Ma non essere troppo impaziente: dovrai aspettare la cicatrizzazione.

Se le anomalie osservate sono lievi e giustificano l’exeresi (o ablazione) della lesione tramite vaporizzazione, sonda diatermica o conizzazione, la cicatrizzazione richiede all’incirca 2 mesi.

Nei casi in cui i questi trattamenti non permettano di asportare tutte le cellule anomale, è necessario prendere in considerazione un trattamento chirurgico più esteso o una radioterapia. La cicatrizzazione richiederà più tempo.

La necessità di un dialogo all’interno della coppia

L’accorciamento vaginale e l’indurimento legati ai raggi possono provocare, per qualche settimana o alcuni mesi, una sensazione di fastidio o dolore alla ripresa della vita sessuale.

Non preoccuparti: il tempo, la prescrizione di lubrificanti o di una cura ormonale e, in rari casi, una dilatazione della vagina, ti aiuteranno a ritrovare rapporti sessuali armoniosi.

Ad ogni modo, parlane con il tuo partner e con il medico. Può essere positivo chiacchierare in coppia per discuterne e rivolgere qualsiasi domanda.

Quanto alla possibilità di avere un figlio, continua a esserci nella maggior parte dei casi. Raramente sono necessarie un’isterectomia o una radioterapia, ed è solo dopo questi trattamenti che non è più possibile rimanere incinta.

Indépendance Santé

Commenta
01/03/2013

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale