Home  
  
  
    I tumori pediatrici
Cerca

Tumori: generalità
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

I tumori nei bambini

I tumori pediatrici non sono analoghi a quelli che insorgono negli adulti, da cui si distinguono anche per i sintomi, le cure e il tasso di sopravvivenza. Scopri le malattie principali.

I tumori pediatrici
© Getty Images

Si definiscono "pediatrici" i tumori che sopraggiungono prima dei 14 anni di età. Ecco quali sono i più frequenti:

  • Leucemia: Questa malattia dei globuli rossi rappresenta circa un terzo dei tumori pediatrici in Europa, America e Asia. Il tipo predominante è la leucemia linfoblastica acuta che colpisce le cellule del midollo osseo che produce i linfociti. È la tipologia di tumore più diffusa nei bambini di razza caucasica. 
  • Linfomi: I linfomi sono tumori dei gangli linfatici e rappresentano il 3o tipo di cancro più diffuso nei bambini dei paesi sviluppati. Il linfoma di Hodgkin (un tempo denominato malattia di Hodgkin o morbo di Hodgkin) è il più diffuso, mentre il linfoma di Burkitt rappresenta la metà di tutti i linfomi riscontrabili in Africa.
  • Tumori del sistema nervoso centrale: Questi tumori, che colpiscono il cervello e il midollo spinale rappresentano la seconda forma di cancro più frequente nei paesi sviluppati. Nei paesi in via di sviluppo, questi tumori sono meno diagnosticati per la mancanza di tecniche di screening avanzate.
  • Neuroblastoma: Il neuroblastoma è un tumore maligno che si sviluppa a livello del sistema nervoso simpatico. Nei paesi sviluppati, questa forma tumorale colpisce i neonati e i bambini in tenera età.
  • Retinoblastoma: Con insorgenza nei primi anni di vita, il retinoblastoma è un tumore maligno della retina, del tessuto nervoso dell’occhio. Pressoché la metà dei casi è di carattere ereditario. In Europa, Nord America e in Australia questo cancro rappresenta circa il 4% di tutte le forme tumorali del bambino. Nelle popolazioni africane, questa proporzione può variare dal 10 al 15%.
  • Cancro del rene: Il tipo di tumore pediatrico maggiormente diffuso è il tumore di Wilms (nel 95% dei casi), che colpisce prevalentemente i bambini di età inferiore ai cinque anni. In gran parte delle popolazioni occidentali di razza caucasica, il tumore di Wilms rappresenta fino al 6% di tutti i tumori diagnosticati nel bambino. Nelle popolazioni nere dell’America del Nord e dell’Africa, la proporzione è pressoché del 10%.
  • Tumori delle ossa: I tumori delle ossa comprendono l’osteosarcoma (50%), il condrosarcoma, il sarcoma di Ewing (35%)… Queste forme di cancro rappresentano dal 3 al 5% circa dei tumori pediatrici.
  • Sarcomi dei tessuti molli: Il rabdomiosarcoma (RMS) è un tumore maligno a carico dei muscoli striati che collegano le ossa e che permettono il movimento. È un sarcoma dei tessuti molli tipico dei bambini, riscontrabile nei due terzi dei casi che sopraggiungono prima dei dieci anni di età. Altro cancro, il sarcoma di Kaposi causato dal virus dell’erpes è caratterizzato da lesioni multiple, soprattutto a carico della pelle. Dall’inizio degli anni ’80, nei paesi africani colpiti dall’epidemia del virus dell’HIV si è diffusa una forma di tumore aggressiva.

Nei paesi sviluppati, tre bambini su quattro colpiti da un cancro sopravvivono almeno cinque anni dopo la diagnosi iniziale. Nei paesi in via di sviluppo, i tumori pediatrici colpiscono meno di un bambino su due a causa di uno screening tardivo e di un accesso limitato alle cure. Si stima quindi che nei paesi in via di sviluppo, l’80% dei bambini colpiti da un cancro sopravvive.

David Bême

Commenta
29/04/2013

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale