Home  
  
  
    Stop alla tosse
Cerca

La tosse
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Stop alla tosse

Il termometro sale e ritornano le infezioni invernali! Una brutta tosse è il segnale per ricordarti che non sei fatta per i grandi freddi… Gola irritata e dolorante? Allora adotta i rimedi giusti!

Stop alla tosse
© Getty Images

Naso che cola, voce rauca e accessi di tosse a non finire… Con l'ondata di freddo che attraversa l'Italia, sono pochissime le persone che sfuggono ai raffreddori e alle altre infezioni invernali. Non c'è da sorprendersi, perché in questa stagione sono oltre 200 i virus che si divertono ad aggredire le nostre vie aeree superiori. I raffreddori e la maggior parte delle infezioni respiratorie invernali non necessitano quindi, in linea di massima, del ricorso a un trattamento antibiotico, riservato alle affezioni batteriche. Ma, prima di avventarsi sul primo sciroppo che capita, è meglio conoscere la natura della propria tosse. Secca o grassa… a ogni tosse la sua cura!

Tossisci… non fumare!

Due giorni dopo l'attacco virale, i primi sintomi del raffreddore compaiono nella persona infettata: mal di gola, raucedine, starnuti, rinorrea. Poco tempo dopo si presentano tipicamente i mal di testa, gli occhi lacrimosi, il naso chiuso… e la tosse più o meno grassa! Ovviamente, se si tossisce, la prima misura da adottare con urgenza è smettere di fumare, in maniera attiva… quanto passiva! Allora butta il tuo pacchetto di sigarette ed evita di entrare in contatto con i fumatori.

Gli antitussivi contro la tosse secca

Secca o grassa… ogni tosse è diversa e ha quindi la propria cura. La tosse secca corrisponde a un'irritazione della gola. Infiammatoria, acuta e senza secrezioni, è spesso dolorosa. Particolarmente fastidiosa di notte, può essere bloccata con farmaci antitussivi. Compresse, pastiglie da sciogliere in bocca o sciroppo… gli antitussivi agiscono direttamente sul centro della tosse, che si trova nel cervello. Possono essere associati a pastiglie calmanti per la gola. Il dextrometorfano è la molecola antitussiva usata con maggiore frequenza perché provoca meno vertigini, sonnolenza, depressione respiratoria e costipazione rispetto alla tradizionale codeina. Non esitare a chiedere consiglio al tuo farmacista.

I fluidificanti contro la tosse grassa

All'opposto della tosse secca, la tosse grassa è produttiva e utile: serve all'evacuazione delle secrezioni (catarro, sputo, mucosità, muco…) che ostruiscono le vie respiratorie. È la tosse tipica delle bronchiti o dei fumatori al risveglio. Anziché calmarla, è preferibile favorirla facilitando l'espulsione delle secrezioni per mezzo di farmaci fluidificanti, detti anche mucolitici. Si tratta perlopiù di polveri da diluire, sciroppi o compresse che contribuiscono alla fluidificazione del muco bronchiale o nasale. In farmacia si trovano diverse molecole di questo tipo: carbocisteina, acetilcisteina, bromexina. Anche in questo caso, è preferibile chiedere consiglio al proprio farmacista. Ecco alcune precauzioni indispensabili!

Sciroppi, pastiglie, gomme… esistono numerosi trattamenti contro la tosse, grassa o secca, in libera vendita in farmacia. Ma attenzione, sono pur sempre farmaci, quindi è d'obbligo leggere bene il foglietto illustrativo prima di procedere a qualunque tipo di automedicazione! La posologia deve essere rispettata alla lettera, così come le indicazioni (con particolare attenzione all'età), le controindicazioni e le eventuali interazioni con altri farmaci. Alcuni sciroppi contengono alcol, altri inducono sonnolenza: è quindi opportuno tenerne conto prima di mettersi al volante! La maggioranza contiene zucchero… attenzione in caso di diabete o di dieta. Infine, la prudenza è d'obbligo nei soggetti allergici che devono fare attenzione a tutti gli ingredienti che rientrano nella composizione del farmaco! In caso di dubbio, se i sintomi persistono o si aggravano (febbre, sputi purulenti, sibili respiratori…), è necessario consultare al più presto il proprio medico!

Ghislaine Trabacchi

Commenta
18/03/2013

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale