Home  
  
  
    Tunnel carpale: la cura senza intervento
Cerca

La sindrome del tunnel carpale
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Curare la sindrome del tunnel carpale senza intervento

Tunnel carpale: la cura senza intervento
© Getty Images

Se la diagnosi viene fatta quando i sintomi sono agli stadi iniziali, quando cioè si accusano formicolii e intorpidimento alle prime tre dita, si può curare la sindrome del tunnel carpale tramite farmaci o terapie, senza intervenire chirurgicamente.

La terapia farmacologica: i farmaci anti-infiammatori (FANS)

A seconda del livello del dolore, il medico può prescrivere medicinali in grado di alleviarne il fastidio e il gonfiore delle dita. Si tratta di farmaci anti-infiammatori non steroidei, quali Ibuprofene, Ketoprofene, Nimesulide, Aspirina e Buscofen e altri analgesici da banco aiutano ad alleviare il dolore.

I corticosteroidi: infiltrazioni di steroidi

Si tratta di farmaci che aiutano a calmare le infiammazioni, vengono denominati “antifiammatori steoridei”, ben distinti dai Fans appena descritti. Per il trattamento della sindrome del tunnel carpale questi farmaci, come ad esempio il cortisone, vengono iniettati direttamente nel legamento trasverso del carpo.
Per infiltrazioni di questo genere, il medico può utilizzare come anestetico locale la lidocaina. Attenzione però a coloro che soffrono di diabete: il cortisone non può essere somministrato a questi pazienti poiché altererebbe i livelli di insulina.

Tutori e splintaggio del polso

Un’altra soluzione per calmierare i fastidi dovuti alla compressione del nervo mediano attraverso il tunnel carpale può essere l’utilizzo di un tutore o di una stecca: il primo metodo viene utilizzato per allineare la parte interessata nella posizione corretta, mentre la stecca è maggiormente indicata per immobilizzare la parte del corpo. Questi metodi si applicano solitamente durante la notte, per fare in modo che in questa posizione neutra il nervo mediano non subisca compressione e non si irriti ulteriormente. Se il paziente svolge una di quelle professioni che portano a sviluppare questa sindrome, il tutore viene utilizzato anche durante tali attività lavorative.

La vitamina B6 per curare la sindrome del tunnel carpale

Recenti studi hanno dimostrato che una maggiore assunzione di vitamina B6, la piridossina, aiuta ad alleviare i dolori dovuti a questa sindrome. Essa si può trovare nei legumi, nel formaggio, nel pesce, nel fegato, nelle verdure, ecc.

Perpetuare attività che peggiorano i fastidi dovuti alla sindrome del tunnel carpale potrebbe arrecare ulteriori danni alla mano e al polso. Per questo, il riposo della parte infiammata aiuta nella cura della sindrome. Gli impacchi con il ghiaccio sulla zona interessata sono una buona soluzione per alleviare, temporaneamente, i dolori.

Linda Ferrondi

Scritto da

Commenta
27/05/2014

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale