Home  
  
  
    Combattere la sclerosi multipla
Cerca

La sclerosi multipla
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Sclerosi multipla: come trattare i sintomi?

La sclerosi a placche colpisce 70.000 persone in Italia, rappresentando così la prima causa di invalidità negli adulti. Benché non si sappia ancora come guaruire questa malattia, esistono dei trattamenti di fondo e dei trattamenti sintomatici.

Combattere la sclerosi multipla
© Getty Images

Fatica, disturbi visivi, difficoltà di movimento, dolori, problemi urinari…: i sintomi della sclerosi multipla sono numerosi e variabili da persona a persona, ma hanno in comune il fatto di compromettere la qualità della vita dei pazienti. Fortunatamente esistono trattamenti specifici in grado di alleviare questi disturbi.

Fatica, disturbi visivi, difficoltà di movimento, dolori, problemi urinari…: i sintomi della sclerosi multipla sono numerosi e variabili da persona a persona, ma hanno in comune il fatto di compromettere la qualità della vita dei pazienti. Fortunatamente esistono trattamenti specifici in grado di alleviare questi disturbi.

Gli approcci farmacologici

I sintomi variano a seconda della zona in cui viene attaccata la mielina, ma è possibile distinguere i più frequenti: un paziente su due sente una grande fatica, per la quale non esiste tuttora un trattamento efficace; il 55 dei pazienti assume analgesici per alleviare i dolori; i disturbi urogenitali sono trattati con farmaci nella 30% dei casi, così come gli spasmi e la rigidità. Questi farmaci, associati al trattamento di fondo, hanno un ruolo essenziale per migliorare la vita quotidiana dei pazienti. 

L'importanza della riabilitazione

Nei periodi di remissione delle recidive è indispensabile che il paziente segua una terapia riabilitativa, sia per trattare i disturbi esistenti sia per prevenire la loro ricomparsa, a parire dal momento in cui la fatica (o un altro dei sintomi) diventa invalidante. In seguito ogni stadio della malattia dovrà essere accompagnato da un percorso riabilitativo.

Ogni paziente ha esigenze specifiche e la terapia è quindi in genere personalizzata: i luoghi per il trattamento possono essere l’ambulatorio di un chinesiterapeuta, il day hospital o un centro specializzato nella riabilitazione.

Le cure per i disturbi motori consistono in stretching e sedute di ricondizionamento allo sforzo o di rinforzo muscolare. Poiché i disturbi urinari sono molto frequenti, il chinesiterapeuta può inoltre proporre delle sedute di riabilitazione perineale. È possibile inoltre che intervengano specialisti come l'ergoterapeuta o l'ortofonista.

Il sostegno psicologico: un elemento indispensabile

Ogni tappa della malattia rappresenta una prova, dall’annuncio della diagnosi alle difficoltà socioprofessionali, passando per i disturbi motori: il sostegno psicologico risulta quindi indispensabile, sia per il malato sia per i suoi cari. Circa un terzo dei pazienti è viene infatti colpito da l'ansia e depressione, e ciò rende necessaria una psicoterapia associata, in caso di bisogno, dalla somministrazione di farmaci antidepressivi.

L’approccio multidisciplinare della terapia contro la sclerosi multipla è essenziale per migliorare la vita quotidiana dei pazienti e dei loro cari. Esistono inoltre numerose associazioni che riuniscono medici, pazienti e le loro famiglie, ricercatori: in Italia la più importante è l’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla).

Sarah Laîné

Commenta
07/11/2012

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale