Home  
  
  
    Sforzi e mal di schiena
Cerca

Il mal di schiena
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Quando le brutte abitudini danneggiano la schiena

Troppo spesso, sin dall’infanzia, la schiena è soggetta a brutte abitudini. Al peso degli zaini, fa seguito uno stile di vita troppo sedentario. Come far fronte a ciò? Seguire alcuni consigli di buon senso resta sempre il miglior modo per evitare che la schiena ti abbandoni.

Sforzi e mal di schiena
© Getty Images

Portare ripetutamente pesi e fare molteplici sforzi di sollevamento aumentano il rischio di comparsa delle lombalgie.

Eseguire i gesti corretti gesti e assumere le giuste posture

I lavori cosiddetti “manuali”, che per alcuni richiedono sforzi costanti (muratori, magazzinieri, ecc.), favoriscono la comparsa di lombalgie. È importante quindi prevenire questi rischi educando il proprio corpo, sin dalla più tenera età, ad adottare i gesti corretti, praticando dello sport per mantenersi in buona salute. Bisogna rinunciare a qualsiasi nozione di competizione, compresa quella con se stessi, il che è molto difficile.

Alcuni studi suggeriscono che gli sport competitivi possono generare lombalgie, soprattutto nei bambini poco allenati. Ma anche la sedentarietà può concorrere alla comparsa di dolori. Infine, è importante prestare attenzione alle sedie non adatte e agli zaini troppo pesanti, che possono anch’essi dare origine a dolori posturali.

Accanto ai fattori propriamente rachidei, ve ne sono altri che necessitano di altrettanta considerazione: fattori psicosociali, familiari, difficoltà scolastiche e casi di lombalgie tra i familiari.

10 consigli per non avere problemi alla schiena

Alcuni consigli di buon senso a volte sono sufficienti per evitare lunghe ore di dolori alla schiena. Ecco i principali:

1. Praticare uno sport senza esagerare;

2. Allungare la schiena quando ci si sveglia;

3. Praticare la respirazione addominale;

4. Piegarsi sulle gambe per raccogliere un oggetto;

5. Evitare di portare carichi pesanti;

6. Ricordarsi di correggere la posizione da seduti: spesso si ha la tendenza a curvare la schiena ad arco pensando così facendo di tenerla eretta. In realtà non la si tiene dritta, ma curvata. La giusta posizione della schiena è quella naturale;

7. Se lavori come autista, cerca di non stare troppo lontano dal volante: i gomiti devono essere piegati naturalmente;

8. Lo schienale dell’auto deve essere il più verticale possibile e, soprattutto, il sedile deve essere molto solido;

9. Cerca di assumere una buona posizione quando sei in piedi: il bacino deve essere leggermente sbilanciato all’indietro, ma deve rimanere libero e leggero. Anche le spalle restano sciolte, abbassate e all’indietro. Il petto è leggermente in fuori e inarcato;

10. A letto, se hai l’abitudine di dormire a pancia in giù, assicurati che il materasso sia duro e, soprattutto, non usare il cuscino. Se proprio ci tieni, mettilo sotto la pancia. Se, come la maggior parte delle persone, dormi sulla schiena o di lato, il materasso deve essere semi rigido. La posizione accucciata va bene se non curvi troppo la regione lombare. Il cuscino si può usare, a condizione che non sia troppo voluminoso e che sia ben duro.

Carole Clément

Commenta
18/02/2016

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale