Home  
  
  
    Epatite A: chi vaccinare?
Cerca

Le epatiti
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Epatite A: chi vaccinare?

L'epatite A colpisce ogni anno diversi milioni di persone nel mondo e alcuni paesi sono più a rischio di altri. Quindi, la vaccinazione consigliata in Italia per alcuni tipi di persone è raccomandata anche ai viaggiatori che soggiornano in zone endemiche.

Epatite A: chi vaccinare?
© Getty Images

L'epatite A è una malattia del fegato generalmente benigna per i bambini, ma molto invalidante per gli adulti. Tuttavia, è possibile evitarla grazie alla vaccinazione. Dopo un periodo di incubazione da 3 a 5 settimane, questa infezione virale si manifesta attraverso sintomi simili a quelli dell'influenza, accompagnati da dolori addominali e talvolta da un ittero. Nei rari casi di complicazioni, può causare la morte.

Nuove raccomandazioni sanitarie

Novità del 2004, il vaccino contro l'epatite A oggi è consigliato ai pazienti portatori di una malattia cronica del fegato. Fino a quel momento la vaccinazione era limitata ad alcuni gruppi a rischio. Tra questi è possibile citare:

  • Il personale di asili nido, scuole e giovani portatori di handicap;
  • Il personale addetto al trattamento delle acque reflue;
  • Il personale di cucina addetto alle mense;
  • Gli operatori sanitari;
  • Gli omosessuali maschi;
  • I tossicodipendenti per via intravenosa.

La vaccinazione consiste in due iniezioni intramuscolari (rispettare tra le 15 e 30 ore di intervallo) seguite da un richiamo dopo sei mesi e un anno. L'immunità acquisita è efficace per circa 10 anni. 

Un vaccino per i viaggiatori

I viaggiatori internazionali sono invitati a farsi vaccinare anche contro il virus dell'epatite A, che circola più naturalmente nei paesi in cui le condizioni igieniche sono precarie. Il vaccino deve essere fatto almeno 15 giorni prima della partenza con un richiamo dopo 6 mesi per estendere la protezione a 10 anni. La vaccinazione può essere praticata dal 1° anno di età. Per i neonati di età inferiore a un anno che devono essere condotti in una zona a rischio, si raccomanda l'utilizzo di immunoglobuline, efficaci da 4 a 6 mesi.

Da viaggiatore esperto, anche se vaccinato, evita comunque di consumare alimenti crudi e bere dell'acqua di cui non conosci la provenienza. Anche questo potrebbe finire per guastarti le vacanze…

Aude Maréchaud

Commenta
16/05/2012

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Salute

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale