Home  
  
  
    Curare la fibromialgia
Cerca

La fibromialgia
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Curare la fibromialgia

A prescindere dai trattamenti antalgici convenzionali, diversi metodi si sono rivelati efficaci contro la fibromialgia. La Lega Europea contro le Malattie Reumatiche (EULAR) raccomanda un metodo multidisciplinare, che prevede l'utilizzo di farmaci, ma non solo.

Curare la fibromialgia
© Getty Images

Malattia misteriosa, la fibromialgia è stata a lungo guardata con indifferenza, se non addirittura con un certo sdegno da parte di alcuni professionisti sanitari, che non sapevano se si trattasse di una malattia organica o psichiatrica. Oggi, man mano che se ne conoscono meglio le cause, la fibromialgia è maggiormente riconosciuta. In occasione del congresso 2006 della Lega Europea contro le Malattie Reumatiche (EULAR), gli esperti internazionali hanno definito le prime raccomandazioni per la presa in carico di questa malattia.

Formulare una diagnosi corretta e adottare una strategia globale

In primo luogo, gli esperti hanno inteso sottolineare l'importanza dell'esame clinico in grado di valutare meglio il contesto. A loro avviso, la comprensione completa della fibromialgia richiede una valutazione approfondita del dolore, della funzione e del contesto psicosociale. La fibromialgia va considerata come uno stato complesso ed eterogeneo in cui un processo doloroso anomalo si associa ad altri sintomi clinici.

Inoltre, un trattamento ottimale richiede un approccio multidisciplinare in grado di associare trattamenti farmacologici a trattamenti non farmacologici mirati, adeguati all'intensità del dolore, alla funzione e ad altri sintomi, come la depressione, la stanchezza e i disturbi del sonno, avvalendosi della collaborazione del paziente.

Gli approcci di tipo non farmacologico

Gli esperti sono giunti a classificare per ordine di importanza e per livello di prova le raccomandazioni riguardanti i trattamenti non farmacologici:

•    Il trattamento in ambiente acquatico riscaldato, con o senza esercizi, è efficace per la fibromialgia;
•    Programmi di esercizi personalizzati, che prevedono esercizi di aerobica (di resistenza come il jogging, il nuoto, ecc.) e di potenziamento possono rivelarsi utili per alcuni pazienti affetti da fibromialgia;
•    Le terapie cognitivo-comportamentali (TCC) possono avere effetti positivi su taluni pazienti colpiti da fibromialgia;
•    Altre terapie, come il rilassamento, la rieducazione, la fisioterapia e il sostegno psicologico possono essere proposte e adattate alle esigenze personali dei pazienti.

I trattamenti farmacologici

Per quel che attiene ai trattamenti farmacologici, la società europea ha stabilito una serie di raccomandazioni per:
•    Il tramadol è consigliato nel trattamento del dolore fibromialgico;
•    Anche farmaci antalgici come il paracetamolo e gli oppioidi deboli possono essere impiegati nel trattamento della fibromialgia;
•    Non sono consigliati i corticosteroidi e gli oppioidi forti;
•    Farmaci antidepressivi come: amitriptyline, fluoxetina, duloxetina, milnacipran, moclobemide, pirlindolo attenuano il dolore e spesso migliorano la funzione. Sono quindi consigliati nella cura della fibromialgia;
•    Il tropisetron, il pramipexole e il pregabalin riducono il dolore e sono consigliati nel trattamento della fibromialgia.

In conclusione, esistono in commercio trattamenti efficaci contro questa malattia, che devono essere adattati alle esigenze personali dei singoli pazienti.

Fonte: Raccomandazioni dell'EULAR per il trattamento della fibromialgia


David Bême

Commenta
22/12/2010

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale