Home  
  
  
    Curare la brochite
Cerca

Bronchite
La bronchite
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

La cura della bronchite

In inverno, soprattutto quando al freddo si accompagna l’umidità, raffreddarsi diventa facile, così come è molto probabile contrarre uno dei virus influenzali che circolano indisturbati approfittando del clima propizio. Se oltre la febbre e il raffreddore c’è anche tosse ed espettorato, è bene correre dal medico per farsi auscultare il petto. Non è raro, infatti, che un’infezione delle prime vie respiratorie raggiunga i bronchi, dando luogo alla bronchite. Che fare una volta che la diagnosi è certa? Quali sono le terapie per la bronchite? Esistono rimedi naturali? Scopri con Doctissimo come curare la bronchite e tornare presto a respirare a pieni polmoni.

Curare la brochite
© Getty Images

La cura della bronchite acuta

La cura della bronchite può variare in base alla causa che l’ha scatenata. La bronchite, infatti, può avere un’origine infettiva oppure no, essere una malattia primaria ma anche la conseguenza di un’altra infezione, come il morbillo, o di un’altra patologia, come il reflusso gastroesofageo. In genere, però, le terapie per curare la bronchite acuta prevedono sempre il ricorso a mucolitici e inalazioni per aiutare i bronchi a liberarsi dai muchi. Per dare sollievo dalla tosse, specie se secca, e consentire sonni tranquilli al paziente, vengono anche prescritti degli sciroppi che calmano le vie respiratorie. Ovviamente, dal momento che spesso alla bronchite si accompagna la febbre, si possono assumere farmaci antipiretici, come il paracetamolo o l’acido acetilsalicilico, ovvero la comune aspirina.

Non secondario ai farmaci è l’assoluto risposo a letto, in un ambiente caldo ma non eccessivamente secco. Un’aria con un tasso di umidità inferiore al %50, infatti, rischierebbe di irritare ulteriormente le mucose, rallentando la guarigione e facendo aumentare la tosse. Anche l’alimentazione può venire in soccorso del malato di bronchite: bisogna bere tra i tre e i quattro litri di liquidi al giorno, meglio se caldi, per aiutare i bronchi a espellere i muchi. Un tè caldo o il tradizionale brodo vegetale, così come una minestra calda, sono rimedi ben conosciuti dalle nonne ma sempre molto efficaci. Assolutamente da evitare, invece, i latticini, perché favoriscono la produzione di muco. Gli antibiotici vengono prescritti solo se la bronchite è stata provocata da un batterio, se la febbre persiste o nei soggetti in cui si temono complicazioni polmonari. Nella bronchite di origine irritativa, dovuta al fumo o a sostanze irritanti nell’ambiente di lavoro, è necessario evitare che i bronchi siano ancora esposti a tali stimoli negativi.

Curare la bronchite cronica

Se invece si parla di bronchite cronica, allora, oltre che intervenire sui sintomi, come in quella acuta, spesso è anche necessario somministrare dei farmaci che aiutino il paziente a respirare meglio. Corticosteroidi, teofillina e anticolinergici vengono prescritti proprio col fine di allargare i tronchi bronchiali, congestionati dal muco e ristretti dall’ispessimento delle pareti tipico di questa patologia una volta cronicizzata. Intervenire sulla bronchite cronica è molto importante per evitare le sue complicanze, tra cui la broncopneumopatia cronica ostruttiva o BPCO. Causata soprattutto dal fumo di sigaretta, provoca un’ostruzione delle vie respiratorie che nel tempo può danneggiare i polmoni e, secondo i dati riportati dal Ministero della Salute, è la quarta causa di morte al mondo.

I rimedi naturali

Anche la medicina naturale offre validi rimedi contro la bronchite acuta. Oltre alla cura dell’alimentazione, sono diverse le piante che contengono principi attivi utili a contrastare i sintomi della bronchite e a rafforzare il sistema immunitario per una migliore guarigione ed evitare le ricadute. Tra queste l’altea, specie se accompagnata da liquirizia o anice, aiuta a combattere la tosse secca, ma anche il timo è un ottimo espettorante e disinfettante. La piantaggine, grazie alle sue proprietà disinfettanti delle vie respiratorie e dei polmoni, è un valido aiuto alla guarigione e aiuta a combattere la tosse. Per la bronchite cronica, invece, meglio ricorrere alle proprietà antiinfiammatorie ed espettoranti della poligala. Qualsiasi sia il tipo di bronchite, non bisogna dimenticare l’echinacea, che rafforza il sistema immunitario e, nel caso di bronchite acuta, consente una guarigione più veloce e scevra da recidive.

Fonti:

http://www.salute.gov.it/portale/salute/p1_5.jsp?lingua=italiano&id=102&area=Malattie_dell_apparato_respiratorio

Giuditta Danzi

Scritto da

Commenta
19/11/2014

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale