Home  
  
  
    Ulcera peptica: la diagnosi
Cerca

L'ulcera
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Ulcera peptica: come diagnosticarla

L’ulcera peptica è una lesione infiammatoria della mucosa dell’apparato digerente. Ne esistono due tipi: gastrica e duodenale. Quella gastrica colpisce lo stomaco, mentre quella duodenale intacca i primi centimetri del duodeno. Esistono diversi modi per diagnosticare questa patologia. Scopri con Doctissimo a quali esami è opportuno che tu ti sottoponga in caso di sospetta ulcera.

Ulcera peptica: la diagnosi
© Getty Images

L’ulcera peptica è una lesione infiammatoria della mucosa dell’apparato digerente. Ne esistono due tipi: gastrica e duodenale. Quella gastrica colpisce lo stomaco, mentre quella duodenale intacca i primi centimetri del duodeno. Esistono diversi modi per diagnosticare questa patologia. Scopri con Doctissimo a quali esami è opportuno che tu ti sottoponga in caso di sospetta ulcera. 

Tipologie di esami

La diagnosi dell’ulcera viene stabilita in base ad alcuni particolari sintomi: dolori lancinanti alla bocca dello stomaco, vomito persistente, nausea, anemia. Se continui ad accusare qualcuno di questi sintomi per oltre due settimane, è consigliato che ti sottoponga ad accurati esami in grado di rilevare o scongiurare la presenza di un’ulcera. Tra cui:

  • Endoscopia o EGD: esame che permette al medico di vedere, attraverso una piccola telecamera, all’interno del corpo. È molto invasiva, ma specifica e molto sicura.
  • Radiografia allo stomaco o al duodeno con mezzo di contrasto
  • Esami del sangue per controllare l’anemia
  • Esame delle feci

La diagnosi dell’Helicobacter Pylori

L’Helicobacter rappresenta una delle principali cause scatenanti dell’ulcera peptica. Il batterio produce una sostanza che interferisce col metabolismo delle cellule, comporta un aumento di acidità gastrica, dando vita ad infiammazioni croniche. Danneggia la mucosa gastrica provocando l’ulcera. Attraverso alcuni esami specifici è possibile scoprire se questo batterio ha colpito o no il tuo organismo. Come ad esempio:

  • Urea breath test: non è invasivo e non richiede l’EGD. Al paziente viene somministrato un liquido insapore da bere, l’urea, che contiene carbonio. Il test si basa sulla capacità che ha il batterio di metabolizzare l’urea ingerita, trasformandola in acqua e anidride carbonica. Dopo aver ingoiato il liquido, viene chiesto al paziente di soffiare ad intervalli ben precisi in speciali provette che misurano i livelli di anidride carbonica. Se il batterio è assente, l’urea passa tramite lo stomaco e dunque non si presenterà nell’aria espirata, scongiurando il pericolo di un’ulcera.
  • Biopsia endoscopica: esame difficile e anche molto costoso, in sede di gastroscopia permette l’isolamento colturale e l’identificazione dei batteri
  • Esame del sangue: è il test più comune che cerca di trovare direttamente nel sangue gli anticorpi a questo batterio. È il modo più efficace e semplice per capire se si è infetti oppure no
  • Radiografia a doppio contrasto al bario: questo esame rileva l’80% delle ulcere peptiche

Diagnosi differenziale

Per capire se hai a che fare con un’ulcera peptica o meno è possibile sottoporsi alla diagnosi differenziale: procedimento medico che tende ad escludere fra le molte manifestazioni simili in un determinato paziente, quelle che non comprendono i sintomi riscontrati negli esami precedenti, fino ad individuare la patologia corretta. In questo caso la diagnosi differenziale va posta con varie malattie di riscontro: ernia iatale, gastrite e duodenite.

Dove fare questi esami

Puoi recarti in un qualsiasi laborario d’analisi cliniche per gli esami del sangue. Discorso diverso per la biopsia endoscopica, eseguibile a pagamento in centri specializzati. Basta consultare il gastroenterologo per capire quali strutture fanno al tuo caso.

Commenta
23/09/2014

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale