Home  
  
  
    La sofferenza cardiaca
Cerca

L'infarto
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

La sofferenza cardiaca

La sofferenza cardiaca insorge in seguito a una diminuzione dell'apporto di ossigeno al cuore ed è generalmente causata da un'ostruzione delle arterie coronarie (le arterie che riforniscono il cuore di ossigeno). Questa condizione può precedere un arresto cardiaco: rappresenta quindi un'urgenza e impone di chiamare il Pronto Soccorso (118) il prima possibile.

La sofferenza cardiaca
© Getty Images

La sofferenza cardiaca, a differenza di uno stato di malessere generico, può mettere in pericolo di vita. Scopri come affrontarla e come identificarla.

Come si riconosce?

La sofferenza cardiaca è spesso riconoscibile dai seguenti sintomi:

  • Un dolore intenso che "stringe" il petto e che può irradiarsi, ovvero diffondersi, verso le braccia, o verso la bocca o la cavità dello stomaco;
  • La vittima è spesso angosciata ed è possibile che il dolore si accompagni ad affanno, sudorazione fredda e nausea.

Come reagire?

La vittima ha dolore al petto:

Mettila immediatamente a riposo: distendila, se non adotta spontaneamente un'altra posizione (semiseduta, seduta), in cui si sente meglio.

Rassicurala e chiedile:

  • Stai prendendo farmaci? È la prima volta che ti succede?
  • Soffri di qualche malattia?
  • Da quanto tempo hai dolore?

Dopo aver raccolto le sue risposte, chiama il suo medico di base.

Se il medico non è reperibile o se i dolori persistono da più di dieci minuti, chiama immediatamente il Pronto Soccorso (118).

Fornisci quindi le seguenti informazioni:

  • Il "perché" della tua telefonata: una persona ha dei dolori al petto;
  • Il numero di telefono da cui chiami;
  • La localizzazione precisa del luogo in cui ti trovi: numero civico, scala, piano, citofono…

Rispondi alle domande che ti farà il medico:

  • Cosa sente la vittima?
  • Che tipo di dolore è? Ha delle irradiazioni?
  • La vittima presenta sudorazione fredda o vomito?
  • Qual è il suo stato di salute abituale?
  • Quali sono stati i primi interventi che hai effettuato?
  • Terminata la telefonata di allerta, attendi che il medico ti chieda di interrompere la comunicazione.

Meglio prevenire…

In caso di dolore al petto, non c'è un minuto da perdere per salvare la vita alla vittima. Chiamare immediatamente il Pronto Soccorso (118) è indispensabile per ridurre il ritardo nell'adozione delle misure in grado di permettere alla vittima di recuperare una funzione cardiaca normale.

Ogni ritardo e imprecisione possono concorrere ad aggravare le condizioni della vittima.

Ultimo, ma non meno importante: è meglio prevenire l'insorgere di questi eventi!

  • Cura l'alimentazione;
  • Non fumare troppo;
  • Effettua regolarmente una visita di controllo dal tuo medico di base;
  • Segui le indicazioni del tuo medico e sottoponiti agli esami che ti vengono prescritti.

Dr. Pascal Cassan

Avvertenza: l'unico modo per effettuare correttamente questo tipo di gesti è aver ottenuto in precedenza un diploma di addetto al primo soccorso.

Commenta
28/05/2012

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale