Home  
  
  
    Quando togliere le tonsille?
Cerca

Il mal di gola
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Quando togliere le tonsille?

Sono poche le indicazioni obbligatorie per l'ablazione delle tonsille. Nella maggior parte dei casi, si discute caso per caso la necessità dell'intervento in presenza di angine recidivanti o di una tonsillite cronica.

Quando togliere le tonsille?
© Getty Images

Intervento frequente trent'anni fa, l'ablazione delle tonsille (o tonsillectomia) oggi viene eseguita con estrema cautela. Il motivo è che si curano meglio le tonsilliti. Infatti, si esita a togliere queste piccole formazioni linfoidi che partecipano alle difese contro le infezioni, soprattutto nei bambini piccoli. Ecco perché, al di fuori di casi molti particolari, non si suggerisce mai l'intervento prima dei tre o quattro anni di età. In genere, la tonsillectomia viene eseguita tra i quattro e gli otto anni, anche se è possibile in età adulta.

Angine recidivanti: innanzitutto il trattamento medico

L'indicazione principale per la tonsillectomia è il sopraggiungere di tonsillite streptococciche a ripetizione, nonostante un trattamento medico correttamente eseguito (terapia antibiotica mirata, eliminazione del fumo di sigaretta attivo o passivo e, all'occorrenza, cambiamento del tipo di assistenza ai bambini per evitare l'asilo nido...). La decisione di intervenire avviene caso per caso e dipende molto dal parere dell'otorinolaringoiatra o del pediatra. L'ablazione delle tonsille consente di porre fine a questi episodi. Tuttavia, è possibile che si verifichino altre infezioni della gola.

Anche la tonsillite cronica (infezioni delle tonsille che persistono da almeno tre mesi, nonostante un trattamento antibiotico mirato) può essere un'indicazione per l'ablazione delle tonsille. Anche in quel caso, la decisione dipende molto dall'esperienza personale dello specialista. La tonsillectomia non è affatto contemplata nel caso di otiti recidivanti. La presenza di un ascesso (o flemmone) a livello delle tonsille portava in passato all'ablazione secondaria. In gran parte dei casi, oggi si ricorre al drenaggio e alla terapia antibiotica perché le recidive sono assai rare.

Tonsille ostruttive

Tonsille molto grandi possono intralciare la respirazione e comportare in alcuni casi delle interruzioni respiratorie durante il sonno. In questi casi, la tonsillectomia è indispensabile. Al contrario, non vi sono motivi ritenuti sufficienti per togliere le tonsille ingrossate, se non si accompagnano a disturbi respiratori né ad angine recidivanti. Neppure dei russamenti isolati possono essere un'indicazione per l'intervento.

Infine, il rigonfiamento di una tonsilla può far temere l'esistenza di un cancro, soprattutto in un fumatore. Benché questo tipo di tumore sia decisamente raro, si propende immediatamente per l'ablazione della tonsilla, a cui fa seguito un esame al microscopio per ricercare eventuali segni istologici di malignità. Non esistono controindicazioni assolute per la tonsillectomia. La ricerca di problemi di coagulazione avviene in modo sistematico prima dell'intervento. A volte questi problemi spingono a rimandare la chirurgia.

24 ore di ricovero ospedaliero

La tonsillectomia viene eseguita in anestesia generale, in un contesto ospedaliero e richiede, in genere, 24 ore di ricovero. Viene sempre eseguita in conseguenza di un episodio infettivo, che prevede un esame della gola prima dell'intervento. Il post-operatorio è doloroso e, come tale, necessita il ricorso a un trattamento antalgico (terapia contro il dolore). Peraltro, nelle ore successive all'intervento, ma anche diversi giorni dopo, possono insorgere complicazioni quando l'escara (crosta) che ricopre la ferita si scolla. Per fortuna, le emorragie a distanza, potenzialmente letali, sono molto rare. I pazienti devono essere informati riguardo la possibilità di sanguinamenti, che richiedono una consultazione medica tempestiva.

Dr.ssa Chantal Guéniot

Commenta
13/06/2012

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale