Home  
  
  
    L'esame del fondo oculare
Cerca

Il glaucoma
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

L'esame del fondo dell'occhio

A seconda della tecnica utilizzata, l'esame del fondo oculare, eseguito da un oculista, può durare al massimo una mezz'oretta. In questo caso, se la pupilla è dilatata nelle 2 - 4 ore successive all'esame, non è possibile guidare. Ti consigliamo quindi di informarti adeguatamente prima di sottoporti a questo esame.

L'esame del fondo oculare
© Getty Images

Ogni volta che ci si sottopone a una visita oculistica, l'oculista conduce una serie di esami: controlla la vista, misura la pressione degli occhi e osserva la retina, una membrana sottile e trasparente destinata a ricevere le impressioni luminose che determinano la visione. È proprio questa membrana, insieme alla papilla ottica (estremità del nervo ottico), che vengono controllate durante l'esame del fondo dell'occhio.

A cosa serve l'esame del fondo oculare?

Quello del fondo oculare è un esame particolarmente utile perché consente di individuare eventuali malattie a carico dell'occhio, ma anche di tenere sotto controllo patologie come il diabete o l'ipertensione arteriosa. In particolare, l'oftalmologo controlla che non sia presente una degenerazione maculare legata all'età (DMLA, che in Francia colpisce dal 10 à 20% delle persone oltre i 75 anni di età) o un glaucoma (malattia degenerativa del nervo ottico che colpisce il 4% della popolazione circa).

Nelle persone miopi, in cui la parte periferica della retina può essere assottigliata e/o indebolita, con l'esame del fundus oculi il medico si assicura che non vi sia il rischio di distacco della retina.

Esame del fondo oculare: tre diverse tecniche

Eseguito a ogni visita di controllo, l'esame del fondo dell'occhio è semplice, rapido e indolore. Può essere eseguito con tre diverse tecniche:

• La prima tecnica consiste nel proiettare la luce direttamente nell'occhio del soggetto esaminato utilizzando un oculista.

• Una seconda tecnica, sempre senza contatto con l'occhio, consiste nell'osservazione della retina mediante l'utilizzo di una lente convessa.

Queste due tecniche hanno una durata di alcuni minuti.

• Si utilizza una terza tecnica quando lo specialista necessita di una visione completa (centrale e periferica) del fondo oculare. L'esame dura un po' più a lungo (una trentina di minuti) e la pupilla viene dilatata con un collirio. Una ventina di minuti dopo l'instillazione del collirio, il medico utilizza un vetro a tre specchi posto direttamente sull'occhio del paziente in modo da esaminarne attentamente la retina. "Poiché l'esame con dilatazione della pupilla può risultare un po' fastidioso e accecante, si utilizza un collirio a base di anestetico locale in modo da non renderlo doloroso", spiega il Prof. Gilles Renard, Direttore scientifico della Société Française d'Ophtalmologie (Società francese di oftalmologia).

Dopo la dilatazione della pupilla, la vista sarà offuscata e tornerà nitida solo nelle 2 - 4 ore successive all'esame. Non sarà quindi possibile mettersi alla guida della propria automobile e tantomeno tornare al lavoro, perché si sarà infastiditi dalla forte luminosità e si farà fatica a leggere. È quindi necessario presentarsi all'esame accompagnati e prevedere uno spazio di tempo libero dopo l'appuntamento con l'oculista.

Frequenza e controindicazioni del fondo oculare

Se non si soffre di problemi particolari, si raccomanda una visita da un oftalmologo ogni 5 anni tra i 15 e i 40 anni, ogni 2 anni tra i 45 e i 65 anni e tutti gli anni dopo i 65 anni di età. In caso di problemi noti a carico della retina, occorre eseguire ogni anno l'esame del fondo oculare e ogni due anni se affetti da disturbi della visione (miopia, ipermetropia...).

Nota bene: l'esame del fondo oculare può essere eseguito a qualsiasi età, dalla prima infanzia fino in età avanzata, senza controindicazioni particolari.

Delphine Bourdet

Commenta
31/03/2014

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale