Home  
  
  
    Fibre e prevenzione del cancro al colon
Cerca

Il cancro del colon
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Il cancro del colon: il ruolo preventivo delle fibre

Il cancro al colon è il primo per incidenza. Dalla sua diagnosi precoce dipende una prognosi migliore. Così, oggi si prevede uno screening di massa. La prevenzione si basa su consigli di igiene di vita e dietetica. Tra le raccomandazioni, il ruolo delle fibre appare oggi sempre più controverso.

Fibre e prevenzione del cancro al colon
© Getty Images

Nella comparsa del cancro al colon il fattore ereditario ha un ruolo importante. Tuttavia, è stato possibile identificare anche altri fattori di rischio come la sedentarietà e l’obesità. L’esercizio fisico e la lotta contro il sovrappeso svolgono dunque un’azione preventiva. Per quanto riguarda l’alimentazione, per molto tempo si è raccomandata una dieta ricca di fibre.

Le fibre e la prevenzione del cancro

Da tempo è ormai si sostiene che un’alimentazione ricca di fibre sia “una buona cosa” che protegge dal cancro al colon. Questa ipotesi risale all’inizio degli anni ‘70. Nel 19691, il chirurgo missionario Denis Burkitt nota che l’incidenza del cancro al colon tra gli africani rurali è meno alta che tra gli occidentali. Da questa data in poi, molti studi si sono interessati al rapporto tra fibre e cancro al colon e il minimo che si possa dire è che le conclusioni appaiono quantomeno discordanti…

Prima importante rimessa in discussione: l’osservazione2 delle abitudini alimentari di 88.000 donne per 16 anni! Al termine di questa indagine, gli autori non hanno riscontrato nessun effetto preventivo delle fibre rispetto allo sviluppo di tumori del colon-retto o di polipi. Infine, nel 2000, due studi3, 4 sui regimi alimentari e sugli integratori ricchi di fibre non sono riusciti a rilevare nessuna proprietà protettiva… Con la prestigiosa rivista The Lancet che ha pubblicato un articolo5 che attribuisce alle fibre un ruolo deleterio nell’incidenza di adenomi del colon-retto, non si sa più a cosa credere!

Tanti tipi di fibre contro il cancro

Riprendendo l’insieme degli studi effettuati sull’argomento, il prof. Goodlad6 tenta di chiarirci le idee. Secondo lui, sono molti i fattori che possono spiegare i risultati discordanti di questi ultimi anni. Prima di tutto il termine “fibre” è troppo generico, non esiste un solo tipo ma vari tipi di fibra, ognuno dei quali svolge un’azione diversa sul colon. Oltre a questa eccessiva semplificazione, l’autore fa notare che gli studi si basano ora su una dieta ricca di fibre, ora sull’assunzione di integratori alimentari a base di fibre. Questa confusione rende effimero un buon numero di risultati sull’argomento ed evidenzia la necessità di nuovi studi più accurati.

In conclusione, l’autore ricorda che una dieta equilibrata, la pratica di un’attività fisica e la lotta contro l’obesità sono fattori molto importanti. Infine, nel quadro della prevenzione del cancro al colon, raccomanda una dieta sì ricca di fibre, ma che queste provengano dall’alimentazione, in particolare da frutta e verdura. Le fibre naturali sono benefiche per quello che contengono, ma anche per quello che non contengono, ovvero grassi e calorie in eccesso.

David Bême

1 - Lancet 1969; 2:1229-1331.

2 - N Engl J Med, 1999; 340:169-176.

3 - N Engl J Med, 2000; 342:1149-1155.

4 - N Engl J Med, 2000; 342:1156-1162.

5 - Lancet, 2000; 356:1300-1306.

6 - Gut 2001; 48:587-589.

Cancro al colon: il caffè può ridurre il rischio?

Per molto tempo si è attribuito al caffè un ruolo protettivo riguardo allo sviluppo del cancro al colon. Spesso, però, gli studi sull’argomento sono stati condotti su un numero ridotto della popolazione, pertanto, una recente indagine condotta su oltre 60.000 donne svedesi con un’età compresa tra i 45 e i 74 anni, risulta oggi lo studio più ampio realizzato sull’argomento. Il cancro al colon colpisce ogni anno 3,5 milioni di persone nel mondo. Per quasi 10 anni, i ricercatori svedesi hanno registrato su questo campione 460 casi di cancro del colon-retto. Al termine dello studio statistico, non è stato possibile dimostrare alcun effetto protettivo del caffè. Gli autori stimano che i recenti studi che sostengono l’esistenza di un ruolo protettivo del caffè appaiono prematuri. Secondo loro, “il consumo di caffè, moderato o in grande quantità, probabilmente non ha nessuna influenza sul rischio di contrarre o meno un tumore al colon-retto”.

Fonte: Gut 2001; 49:87-90

Commenta
25/04/2013

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale