Home  
  
  
    La micosi del piede
Cerca

Funghi e micosi
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

La micosi del piede

Assai frequente, il piede d'atleta è una micosi che non colpisce solo gli sportivi… Questa infezione provoca un'infiammazione della pelle, dei tagli a livello delle pieghe, in particolare tra le dita del piede, oltre che lesioni squamose sulla pianta dei piedi caratterizzate da prurito e disagio.

La micosi del piede
© Getty Images

Le micosi dei piedi sono estremamente diffuse. Pare sia anche la malattia cutanea più frequente.

Sintomi

Questa malattia è caratterizzata da arrossamenti e vesciche tra le dita dei piedi, che alla fine si trasformano in crepe o fessure. Lo spazio tra il 4° e il 5° dito è quello più colpito, poiché è molto ridotto. L'infezione può propagarsi alla pianta dei piedi o alle unghie. Possono anche comparire pruriti. Queste manifestazioni cutanee sono frequenti negli sportivi, nei pescatori e in tutti coloro che portano scarpe chiuse, che favoriscono la sudorazione e la macerazione.

Cause e conseguenze

Queste micosi sono causate da funghi dermatofiti o lieviti (del genere Candida). La contaminazione può avvenire in ambienti umidi (piscine, sauna, docce pubbliche…) o indossando scarpe che favoriscono l'instaurarsi di ambienti caldi e umidi. Queste infezioni possono insorgere in caso di lesioni del piede o di cattiva irrorazione delle estremità. Anche se le conseguenze di questa micosi non sono particolarmente invalidanti, si deve comunque ricorrere al trattamento per evitare che l'infezione si diffonda ad altre zone cutanee o si trasmetta ad altre persone. Infatti, lo scombussolamento della zona cutanea favorisce l'insorgenza di infezioni batteriche più problematiche (ad esempio gli streptococchi). Infine, nel soggetto diabetico è d'obbligo la prudenza: una micosi dei piedi può trasformarsi in piaghe croniche gravi.

Diagnosi

Al di là dell'aspetto clinico caratteristico, il dermatologo potrà anche richiedere il prelievo delle squame. Analizzati al microscopio, questi campioni potranno essere messi in coltura per individuare il fungo responsabile dell'infezione.

Trattamento

Il trattamento prevede bagni antisettici, l'uso di disinfettanti e creme antimicotiche da applicare due volte al giorno per due - sei settimane. In caso di estensione dell'infezione, potrà essere prescritto un trattamento orale per una durata variabile. Al termine del trattamento, diversi consigli permetteranno di prevenire il rischio di recidive.

Consigli contro le recidive

  • Seguire un'igiene rigorosa dei piedi;
  •  Dopo la doccia o il bagno, asciugare delicatamente i piedi, compreso lo spazio tra le dita;
  • Evitare il più possibile la sudorazione e la macerazione (prediligendo, in particolare, l'utilizzo di calze in fibre naturali…);
  • Evitare di scambiare scarpe o calze con altre persone;
  • Non trascurare i pediluvi prima e dopo aver camminato sul bordo della piscina.

In piscina, negli spogliatoi, nelle saune e nelle docce pubbliche, è necessario munirsi di calzature apposite (ciabatte e infradito).

Luc Blanchot

Commenta
13/06/2012

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale