Home  
  
  
    La cura per i funghi della pelle
Cerca

Funghi e micosi
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

La cura per i funghi della pelle

I problemi della pelle non sono sempre sinonimi di micosi, ma queste ultime sono molto numerose e di vario tipo. Coma fare, allora, per distinguerle e trattarle nel modo giusto? Facciamo il punto insieme al Dottor Abimelec, dermatologo presso l'Ospedale Saint Louis di Parigi.

La cura per i funghi della pelle
© Getty Images

Le malattie della pelle sono di vari tipi, e il dermatologo è il medico più qualificato per distinguere le micosi da altre patologie cutanee simili. Il Dottor Abimelec ci ricorda che solo un prelievo effettuato da un laboratorio specializzato consente di identificare a colpo sicuro il fungo responsabile di una micosi.

Doctissimo: Quali sono le micosi più frequenti ?

Dr Abimelec Le micosi cutanee sono di vari tipi: colpiscono la pelle, le unghie, il cuoio capelluto e le mucose (bocca e organi genitali). Le micosi della pelle glabra (senza peli) sono causate soprattutto dai dermatofiti trasmessi per via umana o animale e dal pityrosporum, che si trova normalmente sui peli. le lesioni causate da questi funghi possono essere facilmente confuse con patologie di vario tipo come l’eczema, l’herpes, una dermatite da contatto, la psoriasi, una dermite seborroica o altre malattie della pelle come la vitiligine. Le micosi del cuoio capelluto causate da dermatofiti provocano i vari tipi di tigna, tramessi da uomini o animali, che possono anch'essi venire confusi con una dermatiite seborroica o una psoriasi. Le micosi delle unghie (onicomicosi) colpiscono circa il 10% della popolazione, e sono spesso provocate da dermatofiti, e più raramente da muffe o lieviti. Le malattie che colpiscono le mucose, invece, sono spesso provocate da lieviti la cui proliferazione è spesso correlata a condizioni favorevoli (diabete, assunzione di antibiotici, calo delle difese immunitarie); le micosi genitali e orali sono in genere causate dalla Candida albicans.

Doctissimo: Come si arriva alla diagnosi?

Dr Abimelec: se l’aspetto delle lesioni induce a sospettare una micosi, per confermare la diagnosi è spesso necessario un prelievo, che viene poi analizzato consentendo quindi di individuare il fungo responsabile dell’infezione, Spesso si ignora che numerose piccole affezioni benigne possono essere scambiate per micosi: ad esempio, le alterazioni provocate dal semplice sfregamento della scarpa sull’unghia sono del tutto simili ai sintomi della micosi, e quindi il trattamento sarà iniziato dopo aver confermato la diagnosi.

Doctissimo: Come individuare il trattamento migliore?

Dr Abimelec Il trattamento delle micosi dipende soprattutto dalla localizzazione dell’infezione. Le micosi cutanee abituali sono sensibili agli stessi composti antimicotici (imidazolici). Le micosi della pelle glabra (sprovvista di peli) sono trattate localmente con delle creme o lozioni antimicotiche. Le micosi del cuoio capelluto e delle unghie richiedono in genere un trattamento per via orale a base di sole compresse, o di compresse associate a un trattamento topico. Infine, le infezioni fungine delle mucose (micosi vaginale e micosi della bocca), spesso causate dalla Candida albicans, vengono trattate localmente con soluzioni o ovuli vaginali; il trattamento per via orale è necessario più raramente.

Doctissimo: Come si fa ad assicurarsi che ci si è liberati dalla micosi?

Dr Abimelec È molto importante seguire con costanza il trattamento, e anche non dimenticarsi della visita di controllo dal dermatologo. Non nascondo che la terapia spesso è molto lunga, ad eccezione di quella prescritta per le micosi vaginali, che può consistere nell’utilizzo di uno o due ovuli a distanza di qualche giorno. Nei casi di micosi della pelle, spesso bastano 10-20 giorni di trattamento, mentre per il cuoio capelluto in genere è necessario trattare per 2-4 mesi, e fino a 3-6 mesi per le unghie. È indispensabile che il medico si assicuri dell'efficacia del trattamento, e per saperlo basta un semplice esame clinico. 

Doctissimo: Che ruolo ha la prevenzione?

Dr Abimelec La prevenzione è un fattore essenziale per evitare le recidive di alcune malattie fungine. Per prevenire le micosi dei piedi, ad esempio, bisogna evitare di camminare a piedi nudi negli spazi pubblici (piscine e palestre) e di portare scarpe da ginnastica quando non stai facendo sport. I bambini affetti da micosi del cuoio capelluto devono essere trattati e tenuti sotto controllo, e anche gli animali, che possono causare micosi, devono essere curati. Prevenire una traspirazione eccessiva, ade esempio indossando indumenti di cotone e usando l’aria condizionata, può limitare la recidiva della pitiriasi versicolor.

A questo punto sarà chiaro che curare la propria micosi senza rivolgersi al medico o al dermatologo è un errore, perché solo una buona diagnosi renderà possibile un trattamento ottimale e solo seguendo con costanza quest’ultimo si potrà ottenere una guarigione completa.

Intervista a cura di Anne-Aurélie Epis de Fleurian

Commenta
03/04/2013

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale