Home  
  
  
    La colonscopia
Cerca

Diarrea e malattie intestinali
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

La colonscopia

Si tratta di un esame che permette di studiare la parete interna dell'intero tratto del colon (intestino crasso). La colonscopia è indicata come esame inserito nel check up completo per i soggetti che presentano degli antecedenti di cancro del colon, dei sanguinamenti del tratto intestinale, dei dolori o delle diarree inspiegabili. Da alcuni anni la colonscopia è raccomandata, nell'ambito dei programmi di screening di massa per il cancro del colon-retto, a tutti i soggetti a partire dai 50 anni che presentano un test Hemoccult positivo (sangue occulto nelle feci).

La colonscopia
© Getty Images

Che cos'è la colonscopia?

Questo esame consiste nell'esplorazione della parete interna dell'intestino crasso (colon) attraverso un endoscopio (fibre ottiche) inserito nell'ano. L’apparecchio (endoscopio) è composto da un tubicino sottile di un centimetro di diametro e lungo 1,5 metri, munito di una fibra ottica. A una delle estremità è presente una fonte luminosa. I più avanzati sono dotati di una mini-camera e sono connessi a uno schermo. Possono inoltre essere muniti di pinze per prelevare campioni di tessuto destinati alle analisi di laboratorio. Un sistema di comandi permette all'estremità dell'endoscopio di curvare e procedere seguendo le curve dell'intestino. 

A cosa serve la colonscopia?

Questo esame studia la parete interna mucosa dell'intestino crasso per individuare anomalie, effettuare dei prelievi e visualizzare tutto il colon, ovvero il retto, il sigmoide, il colon sinistro (discendente), trasverso e destro (ascendente). È indicata tra gli esami periodici in caso di episodi pregressi, familiari o personali, di cancro del colon, di sanguinamenti del tratto digestivo, diarrea cronica, dolori addominali inspiegati ecc.

La colonscopia è finalizzata a rilevare la presenza di polipi, l’esistenza di un cancro, di diverticoli, infiammazioni o infezioni, ecc. Si tratta dell'esame standard per l'esplorazione del colon, perché dà informazioni molto precise. Viene effettuata da un gastroenterologo, nella maggior parte dei casi in anestesia generale, rendendo quindi necessaria una visita con un anestesista-rianimatore prima dell'esame, di solito una settimana prima. Generalmente viene prescritto un esame del sangue per controllare che la coagulazione del sangue sia normale.  

Come ci si prepara alla colonscopia?

Perché l'esame riesca al meglio è necessaria una specifica preparazione:

  • Nei tre giorni precedenti devi seguire una dieta restrittiva, priva di fibre e residui, per ridurre la quantità di materiale fecale. Ti verrà fornita una lista dettagliata di tutti gli alimenti autorizzati e vietati.
  • Il giorno prima dovrai bere due litri di una preparazione che ti aiuterà a eliminare tutto il materiale fecale.
  • Il giorno dell'esame devi essere a digiuno, ovvero non mangiare, bere o fumare. Per motivi di igiene dovrai fare la doccia e insaponarti con cura due volte tutto il corpo, utilizzando un sapone antisettico. È possibile che il medico ti prescriva la sospensione da alcuni farmaci, ma potrai assumere gli altri trattamenti abituali. Non dimenticare di portare l'impegnativa del medico, le prescrizioni, la tessera sanitaria, i risultati degli esami del sangue. Se non l'hqi fatto in occasione della visita pre-anestesia, segnala eventuali allergie e i tuoi precedenti medici e chirurgici. 

Come si svolge la colonscopia?

  • Dopo aver segnalato il tuo arrivo alla reception, dovrai aspettare un po' in sala d'attesa. Prima dell'esame passerai dallo spogliatoio per togliere i vestiti; è possibile che ti venga somministrato un tranquillante per calmare l'ansia.
  • Il medico introduce l'endoscopio attraverso l'ano ed inizia l'esplorazione, procedendo lentamente lungo l'intestino crasso, visualizzandolo in ogni sua parte e prelevando eventuali lesioni sospette. Viene introdotto un gas nell'intestino per distendere la parete e visualizzare ogni centimetro quadrato. L'esame dura circa mezz'ora, ma la durata dipende dalle difficoltà tecniche incontrate. Durante l'esame, grazie all'anestesia, non ci si accorge di nulla, e al risveglio l'esame è terminato. 
  • Dopo la colonscopia puoi mangiare e bere normalmente, e ti è permesso tornare a casa dopo un breve periodo di osservazione (in genere qualche ora). È necessario essere accompagnati.
  • Il medico che ha effettuato l'esame ti darà un primo commento sui risultati, e nel più breve tempo possibile invierà la valutazione definitiva al tuo medico di base, che ti spiegherà i risultati e ti darà le indicazioni riguardo a ciò che devi fare.

La colonscopia è dolorosa?

Non è un esame doloroso, ma non è molto piacevole. La preparazione, indispensabile per una buona qualità dell'esame, è sgradevole e causa diarrea per diverse ore, finché tutto il materiale fecale non è stato espulso.

Per l'anestesia viene effettuata una flebo, che però non è più dolorosa di un esame del sangue. Il resto dell'esame, prelievi compresi, è indolore. 

Quali sono i rischi della colonscopia?

Sono pochi e per la maggior parte poco gravi:

  • La flebo può causare un ematoma o un'infezione.
  • L’endoscopio può irritare le pareti dell'intestino. La complicazione più grave è la perforazione della parete intestinale, ma è un caso molto raro.
  • I prelievi di tessuto possono causare sanguinamenti di lieve entità.
  • Anche l'anestesia presenta dei rischi, che possono essere ridotti al minimo grazie alla visita pre-anestesia con il medico anestesista, che potrà prescriverti esami complementari come ad esempio una radiografia polmonare, un elettrocardiogramma o, se necessario, altri esami del sangue.

Se nei giorni seguenti compaiono dolori, vomiti emorragici o febbre, rivolgiti tempestivamente al medico di base.

 

Jésus Cardenas

Commenta
17/12/2013

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale