Home  
  
  
    La colite ulcerosa
Cerca

Diarrea e malattie intestinali
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

La colite ulcerosa

Tra le malattie dell’intestino, si annovera la colite ulcerosa, a tratti simile al morbo di Crohn, con il quale spesso viene confusa. Approfondisci l’argomento e scopri su Doctissimo cos’è la colite ulcerosa, perché compare e come curarla.

La colite ulcerosa
© Getty Images

Che cos’ la colite ulcerosa?

La colite ulcerosa è una malattia infiammatoria dell’apparato gastrointestinale che interessa soprattutto la parte dell’intestino crasso; è una diretta discendente della colite, altro disturbo intestinale che colpisce molti individui a tutte le età. Mentre la colite colpisce in generale con dolori intestinali che si risolvono spesso in diarrea e senso di spossatezza, la colite ulcerosa, uno stadio ben avanzato della semplice colite, comporta ulcere e lesioni intestinali piuttosto importanti. Come il morbo di Crohn, la colite si declina in diversi stadi della malattia e quando iniziano a comparire queste piaghe interne all’intestino, si può ben parlare di stadio avanzato. La colite ulcerosa, anch’essa appartenente alle MICI, risulta essere molto invalidante per l’individuo, in quanto le ulcere presenti in questo tratto dell’intestino portano sanguinamenti frequenti e dolori diffusi nella parte bassa del ventre.

Le cause e i sintomi della colite ulcerosa

L’ereditarietà risulta essere un fattore determinante nella comparsa della colite ulcerosa, così come alcuni tipi di infezioni e disequilibri immunologici. Mentre per la malattia di Crohn il fumo contribuisce alla comparsa della malattia e aggrava i sintomi già presenti, nella colite ulcerosa la nicotina sembra avere dei benefici soprattutto nelle fasi più acute del disturbo, contribuendo a tenere sotto controllo dolori e complicazioni.

I sintomi più comuni della colite ulcerosa, che devono far riflettere sull’eventualità di consultare il proprio medico di fiducia, sono molteplici: perdita di peso, diarrea alternata a stipsi, sangue e muco nelle feci, anemia dovuta all’ingente perdita di sangue, spasmi diffusi, carenza di potassio e, come per il morbo di Crohn, manifestazioni cutanee come eritemi e sfoghi, deficit fisici causati dal mancato assorbimento di nutrienti dall’intestino, disturbi dell’attenzione e alla vista.

Casi gravi di colite ulcerosa

Le ulcere della mucosa intestinale possono estendersi anche al colon, oltre che comparire nel retto, determinando un aumento delle probabilità di contrarre il cancro del colon, come avviene anche in conseguenza del morbo di Crohn. Ma, prima di arrivare a questo punto, la colite ulcerosa presenta molte complicazioni: l’individuo può iniziare a soffrire di anemia, può trovarsi ad avere il tratto intestinale interessato perforato e può presentare il cosiddetto colon tossico. Questo disturbo è tra le complicazioni più gravi della colite ulcerosa e consiste nello sviluppo abnorme del colon che ne danneggia inevitabilmente alcune parti e non permette ai prodotti di scarto in transito di essere evacuati, con ulteriori conseguenze sull’igiene dell’intestino. Inoltre, se non prontamente individuato, può portare alla mortalità del soggetto che ne è affetto, in quanto sfocia facilmente in perforazione dell’intestino e quindi in peritonite.

Infine, qualora l’infiammazione non fosse stata tenuta sotto controllo, oppure se la diagnosi non fosse stata tempestiva e ci si trovasse ad avere a che fare con uno stadio molto avanzato della colite ulcerosa, sono previsti degli interventi chirurgici per asportare alcuni tratti interessati o impiantare un ano artificiale per permettere all’individuo di evacuare normalmente.

Chi è colpito da colite ulcerosa e come si cura?

Così come il morbo di Crohn, la colite ulcerosa colpisce individui in età adulta, ma è presente in maniera latente nell’organismo già nell’adolescenza o nell’infanzia. Le popolazioni occidentali sono le più colpite da questa malattia, che ha poco riscontro nell’est del mondo.

La colite ulcerosa impone un trattamento farmacologico per tenere sotto controllo sintomi e aggravamenti della malattia: i farmaci utilizzati sono a base di antibiotici (per evitare l’avanzare dell’infiammazione cronica), di principi attivi atti a reintegrare i liquidi persi durante le evacuazioni e di sostanze che riescono a limitare la frequenza di quest’ultime.

Per qualsiasi dubbio, chiedi al tuo medico di fiducia di indirizzarti verso uno specialista: i problemi intestinali sono difficili da diagnosticare e solo un esperto potrà aiutarti se credi di avere qualche disturbo.

Commenta
26/09/2012

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale