Home  
  
  
    I vari tipi di anemie
Cerca

L'anemia
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

I diversi tipi di anemie

L'anemia perniciosa, l'anemia macrocitica o quella megaloblastica: che cosa le differenzia? Quali sono le caratteristiche fondamentali di ognuna e come è possibile riconoscerne i sintomi e le cause?

I vari tipi di anemie
© Getty Images

Anemie macrocitiche e megaloblastiche per carenza di vitamina B12

Si parla di anemie macrocitiche (con globuli rossi più grandi della norma) quando il disturbo è legato ad una carenza di acido folico o vitamina B12. Si tratta invece di anemie megaloblastiche quando nel midollo sono presenti eritroblasti (cellule staminali all’origine dei globuli rossi) anormali detti megaloblasti.

Cause e fattori di rischio

Un deficit di vitamina B12 dipende da:

• L’assenza di fattore intrinseco (anemia perniciosa, gastrectomia totale); il fattore intrinseco è una proteina del succo gastrico che permette l’assorbimento della vitamina B12 da parte dell’organismo

• Un cattivo assorbimento elettivo della vitamina B12 (morbo di Imerslund)

• Un consumo eccessivo di vitamina B12 nell’intestino (botriocefalosi, sindrome dell’ansa cieca)

• Una dieta drastica o un aumentato fabbisogno

 

I sintomi della malattia

L’anemia perniciosa è un’anemia dovuta a una carenza di vitamina B12 a sua volta legata al deficit di fattore intrinseco gastrico. La malattia compare dopo i 40 anni ed esiste una predisposizione genetica. L’associazione ad altre malattie autoimmuni è frequente. Si tratta di un’anemia cronica a installazione lenta.

Altri sintomi legati a una carenza di vitamina B12 sono:

• Glossite (infiammazione della lingua) atrofica di Hunter: la lingua è liscia, lucente

• Perdita d’appetito, vomito, dolori addominali

• Segnali neurologici: sindrome neuro-anemica (formicolii alle gambe, disturbi della sensibilità profonda…), talvolta possono associarsi anche disturbi psichici

 

Esami e diagnosi supplementari

La diagnosi si basa su:

• Emocromo completo: anemia normocromica, macrocitica, non rigenerativa con neutropenia (diminuzione del numero dei polinucleati neutrofili) e trombocitopenia (diminuzione delle piastrine)

• Un minore dosaggio della vitamina B12 nel sangue

• Ferro alto

• Puntura di midollo: numerosi megaloblasti

• Studio del liquido gastrico attraverso intubazione: assenza di acido cloridico (acloridria), assenza di fattore intrinseco

• Fibroscopia: gastrite atrofica

• Ricerca di anticorpi anti-stomaco nel sangue

• Test di Schilling (diminuzione dell’assorbimento intestinale della vitamina B12 marcata con radioisotopi)

 

L'evoluzione della malattia

L’evoluzione è favorevole sotto trattamento. Sono tuttavia possibili tre complicazioni:

• Insorgenza di danni neurologici

• Conseguenze cardiache dell’anemia

• Insorgenza di cancro allo stomaco

 

Il trattamento 

Il trattamento consiste nell’iniettare a vita dell’idroxocobalamina (vitamina B12) per via intramuscolare, tutti i giorni o 3 volte a settimana, poi ogni settimana e infine ogni mese, per tutta la vita. A volte è necessario associare anche una terapia marziale (ferro) e delle trasfusioni di sangue.

L’acido folico in questo caso è controindicato in quanto potrebbe favorire una sindrome neuroanemica.

Anemie macrocitiche e megaloblastiche per carenza di acido folico

Cause e fattori di rischio

Dipendono da una carenza di acido folico provocata da:

• Grandi resezioni digestive

• Sindromi di cattivo assorbimento (sprue)

• Ripetute gravidanze

• Malnutrizione, alcolismo

• Trattamenti con farmaci antifolici (metotrexate...)

 

I sintomi della malattia

• Più o meno gli stessi dell’anemia perniciosa ma senza sindrome neuroanemica

L’esame dell’emocromo mostra risultati analoghi, benché la macrocitosi sia meno netta. I folati sierici ed eritrocitari sono ridotti, il test di Schilling rivela che l’assorbimento della vitamina B12 è normale.

 

Trattamento

Se possibile, è necessario trattare la causa ed è fondamentale assumere acido folico e vitamina B12.

Commenta
25/04/2014

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale