Home  
  
  
    Tutto sull'appendicite
Cerca

L'appendicite
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Tutto sull'appendicite

L'appendicite a volte viene percepita come una malattia banale, facilmente diagnosticabile e trattabile. In alcuni casi, tuttavia, essa può evolvere in una perforazione seguita da una peritonite generalizzata, che rischia di mettere a repentaglio la vita del paziente: ecco perché è importante che la diagnosi venga formulata tempestivamente.

Tutto sull'appendicite
© Getty Images

Cos’è l’appendicite?

L'appendicite acuta è un’infiammazione dell’appendice, che nella maggior parte dei casi insorge negli adolescenti o nei giovani adulti, mentre è rara nel bambino con meno di 3 anni.

Sintomi dell'appendicite

In due casi su tre i sintomi sono dei dolori sul lato destro del basso ventre, in corrispondenza della fossa iliaca destra, accompagnati da febbre, che però non è molto alta – nella maggior parte dei casi è compresa tra 37,2 e 38,2°C – ma intermittente, ed è più alta nelle peritoniti generalizzate.

Questo quadro clinico, però, non è sempre così semplice: in un caso su 5 circa, i sintomi sono aspecifici.

Diagnosi dell’appendicite

Contrariamente a quanto si pensi, diagnosticare un’appendicite non è facile: i sintomi e la loro associazione, infatti, possono variare da una persona all’altra, ponendo quindi un problema per i medici di base e quelli che lavorano in reparto, che spesso devono scartare altre diagnosi possibili in funzione dei sintomi riferiti dal paziente: gastroenterite, infezione urinaria, cisti ovarica, coliche…

In base all’età, al sesso, al contesto, agli esami clinici, e soprattutto degli esami biologici e di diagnostica per immagini (ecografia, radiografia, TC…), oggi la diagnosi si è perfezionata.

In sintesi, un esame accurato dei fattori clinici e para-clinici risulta indispensabile per evitare non solo una diagnosi errata ma anche le cosiddette appendicectomie "bianche" o inutili, sempre meno numerose: vengono definite così gli interventi in persone in cui la diagnosi di appendicite si rivela negativa.

Appendicite: il trattamento chirurgico

Secondo un rapporto di valutazione pubblicato dalla l'Alta Autorità per la Salute francese (HAS) nel novembre 2012, il numero di appendicectomie è notevolmente diminuito in Francia, circa del 34%, ma con delle differenze in base alle regioni e ai dipartimenti: per questo motivo si è deciso quindi di pubblicare questo rapporto, con l’obiettivo di rendere il più mirata possibile l’indicazione in favore dell’intervento chirurgico.

Accanto a questa evoluzione, va inoltre ricordato che oggi l’operazione richiede un’incisione meno invasiva: nel 2012 il 63% dei pazienti è stato operato in celioscopia, contro il 27% nel 1997; l’assunzione di alcuni antibiotici, inoltre, può a volte ritardare o evitare il ricorso all’intervento chirurgico.

Diagnosi e terapie mirate contro l'appendicite

Il rapporto della HAS sottolinea quindi l’importanza di "adottare un approccio diagnostico adeguato, in grado di ridurre sia i rischi di appendiciti perforate sia il numero di appendicectomie ingiustificate".

Dopo aver analizzato la letteratura scientifica e medica, il gruppo di esperti incaricato di redigere il rapporto ha elaborato 10 proposizioni per raggiungere questi obiettivi, considerando tutti gli elementi utili alla diagnosi e le loro varie possibili combinazioni. È stato analizzato l’approccio terapeutico da assumere (prescrizione di antibiotici, tecnica operatoria per l’appendicectomia…) ed è stato proposto uno schema decisionale ad albero partendo dall’esistenza di tre elementi principali in grado di orientare verso la diagnosi di appendicite: dolore addominale, aumento dei globuli bianchi (leucociti) nel sangue e aumento nel sangue di un marcatore dell’infiammazione, la PCR o CRP (proteina C reattiva). Ricordiamo infine che la febbre non è più considerata un sintomo "obbligatorio" dell'appendicite.

Possibili complicazioni dell’appendicite

Se non viene trattata, l’appendicite può degenerare ed evolvere in un ascesso o in certi casi in una peritonite, una grave infezione del peritoneo (la membrana che riveste l’addome): in questo caso si impone un intervento chirurgico d’urgenza.

Jesus Cardenas

Fonti
Appendicectomia: elementi decisionali per un’indicazione pertinente. Sintesi del progetto - Haute Autorité de Santé
Safety and efficacy of antibiotics compared with appendicectomy for treatment of uncomplicated acute appendicitis: meta-analysis of randomised controlled trials, Varadhan KK, Neal KR, Lobo DN - BMJ. 2012 Apr 5;344:e2156. doi: 10.1136/bmj.e2156

Commenta
02/07/2013

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale