Home  
  
  
    I dolcificanti e il diabete
Cerca

Vivere con il diabete
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Il vantaggio dei dolcificanti per il diabetico

Controllare i propri apporti glucidici e misurare il proprio tasso di glicemia fa parte dei gesti quotidiani di una persona che soffre di diabete. Di fronte all'aumento del numero di diabetici in Italia e nel mondo, i loro regimi alimentari evolvono e migliorano grazie all'utilizzo di nuovi alimenti che contengono edulcoranti, altrimenti detti dolcificanti.

I dolcificanti e il diabete
© Getty Images

Le persone diabetiche come possono utilizzare gli edulcoranti?

Edulcoranti: un indice glicemico nullo per un potere dolcificante ottimale!

Gli edulcoranti o dolcificanti sono molecole di sintesi, vale a dire non naturali. Mischiate ad alcuni alimenti, conferiscono un gusto dolce, ma senza fare aumentare il tasso di glicemia dopo averli ingeriti. Il loro indice glicemico è dunque pari a zero. Le persone diabetiche possono quindi utilizzarli senza rischiare un'iperglicemia, cioè una "overdose da zucchero" nel sangue.
Queste molecole imitano l'effetto dello zucchero e vanno addirittura oltre. Infatti, la maggioranza degli edulcoranti ha un potere dolcificante ben superiore agli zuccheri naturali. È necessaria in media una quantità 4 volte inferiore di dolcificanti per ottenere un gusto equivalente a quello dello zucchero normale. Il loro unico difetto dal punto di vista del gusto è che alcuni possono conferire un sapore amaro, se presenti in quantità eccessiva nelle preparazioni culinarie. 

Gli edulcoranti: dei dolcificanti vantaggiosi per i diabetici

Perché introdurre dei dolcificanti nel regime alimentare dei diabetici? Il Prof. Michel Pinget, responsabile del reparto di endocrinologia a Strasburgo e Presidente del Centre Européen d'Etude du Diabète (Centro Europeo di Studio del Diabete), ci spiega che "la persona diabetica non può tenere sotto controllo il tasso di zuccheri nel sangue tanto bene quanto una persona normale. La colpa non è in realtà dello zucchero, ma piuttosto dei trattamenti a cui ricorrono i diabetici. I farmaci antidiabetici (compresse o insulina) sostituiscono solo parzialmente il meccanismo naturale, presente nel nostro corpo, che contiene l'aumento del tasso di zuccheri (glicemia) nel sangue". I dolcificanti permettono quindi alle persone che soffrono di diabete di non privarsi di un sapore dolce e di potere mantenere un gusto "alimentare" normale. Il Prof. Michel Pinget riassume: "le bevande e gli alimenti senza zucchero permettono alle persone diabetiche di apprezzare il gusto dolce senza rischi per la salute". 

Prodotti senza zucchero: leggere bene le etichette

Nei nostri supermercati esistono numerose denominazioni differenti per i prodotti teoricamente senza zucchero: alimenti "light", "dietetici", "senza zuccheri aggiunti"... Cosa bisogna fare per trovare un alimento davvero senza zucchero? Il Prof. Michel Pinget ricorre ad un trucco: "leggere le etichette! Un vero prodotto senza zucchero contiene lo 0% di zucchero, ma anche lo 0% di glucidi". Ciò può sembrare semplice, tuttavia non è così facile trovarlo. L'endocrinologo riporta l'esempio delle gomme da masticare senza zucchero: "Siamo in tanti a masticare in totale serenità i chewing-gum senza zucchero pensando di non consumare zucchero. Ebbene, no, alcuni ne contengono, nonostante quanto affermato sulle confezioni. Si tratta di zuccheri quali il sorbitolo o il fruttosio. Hanno uno scarso potere dolcificante, ma annullano tutti i vantaggi degli edulcoranti". Un consumo eccessivo di questi prodotti può quindi essere pericoloso per l'equilibrio glicemico dei diabetici, che assumono così zuccheri senza saperlo.

Florence Broué

Commenta
17/12/2012

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale