Home  
  
  
    I misuratori di glicemia
Cerca

Vivere con il diabete
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

I misuratori di glicemia

La glicemia, ovvero la concentrazione di glucosio nel sangue, varia in funzione degli apporti e dei consumi corporei. Viene regolata dall'insulina, ormone scarso o assente in caso di diabete. Un lettore di glicemia permette ai pazienti diabetici di tenere sotto controllo la loro malattia e di adattare autonomamente la dieta, l'attività fisica e il trattamento.

I misuratori di glicemia
© Getty Images

A chi è destinato questo misuratore?

I misuratori di glicemia sono indispensabili ai diabetici di tipo 1 (un tempo definiti diabetici insulinodipendenti). Infatti, il trattamento viene adattato in funzione delle misurazioni della glicemia effettuate più volte al giorno, evitando così un sovradosaggio (rischio di ipoglicemia) o un sottodosaggio (rischio di iperglicemia) dell'insulina.

In teoria, i diabetici di tipo 2 ben equilibrati non necessitano di un misuratore di glicemia. Tuttavia, il medico curante può decidere di introdurre questo metodo di autocontrollo per permettere al paziente di prendere coscienza della propria malattia, di seguire i progressi fatti e di adattare autonomamente il proprio trattamento (dieta, sport, compresse). L'automisurazione può anche servire a rilevare un aggravamento o uno scostamento dal trattamento stabilito. 

Come funziona?

Il lettore analizza una goccia di sangue prelevato dalla punta di un dito (vaso molto sottile chiamato "capillare"). Esistono 2 tipi di lettori:

  • a strisce: il sangue depositato su una striscia scatena una reazione chimica che provoca un cambiamento di colore proporzionato al valore della glicemia. Questo colore viene interpretato dal lettore, che visualizza il valore corrispondente;
  • a elettrodi: il sangue depositato su un elettrodo induce una reazione elettrochimica diretta, che genera delle microcorrenti interpretate dal lettore.

I recenti lettori di glicemia consentono di caricare i valori sul computer mediante l'utilizzo di un software. Questi dati permetteranno di condurre analisi statistiche delle variazioni, ma non sostituiscono il diario di autocontrollo, raccomandato per seguire meglio la propria situazione. 

Come si usa?

Il prelievo viene effettuato con un dispositivo di puntura munito di una lancetta monouso, in genere sulla punta di un dito, su un lato dell'ultima falange.

La goccia di sangue, sufficientemente grande (se necessario, premere il polpastrello), va deposta su una striscia o su un elettrodo. In seguito, il lettore analizza il sangue e mostra il livello di glicemia.

Non dimenticare di annotare nel diario il valore che compare sul display del lettore, segnalando anche eventuali scostamenti dalla dieta, l'attività fisica e il trattamento (dose di insulina).

Attenzione: i misuratori di glicemia funzionano solo a una certa temperatura, indicata tra le caratteristiche del dispositivo.

Quali sono i prodotti e i rispettivi prezzi?

Sono una quindicina i lettori a strisce o a elettrodi commercializzati in Francia. Il prezzo medio di un lettore si aggira intorno a 60 €. 50 strisce o elettrodi costano 20 €. Si ha diritto al rimborso in caso di diabete di tipo 1 o 2 con complicanze (retinopatia), dietro prescrizione medica e previa autorizzazione.

I consigli di Doctissimo

Se sei affetto da diabete di tipo 1, anche le migliori analisi e le tabelle informatiche non sostituiranno mai il tuo diario! Quest'ultimo resta il miglior testimone della malattia, in particolare perché è completo e ha un aspetto familiare a tutti i diabetologi e al personale sanitario.

Se hai un diabete di tipo 2, affidati al tuo medico! Se questi non ritiene di doverti assegnare un lettore, non lo assillare; non è piacevole pungersi le dita per nulla. Invece, se ti prescrive un lettore, fatti spiegare bene come funziona e, soprattutto, non dimenticare di compilare il tuo diario di autocontrollo, uno strumento indispensabile per ricevere un trattamento mirato.

Dr. Jean-Philippe Rivière

Commenta
17/12/2012

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale