Home  
  
  
    Gestire il diabete in vacanza
Cerca

Vivere con il diabete
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Diabete e viaggi: i consigli per vivere delle buone vacanze

Che tu sia diabetico di tipo 1 o 2, la partenza deve essere progettata soltanto se il tuo diabete è ben equilibrato, senza complicanze troppo invalidanti. La chiave per la riuscita del tuo viaggio risiede soprattutto nella sua preparazione: parlane prima a sufficienza con il tuo medico, contatta le associazioni, e informati con precisione sulle condizioni sanitarie e sulle risorse mediche della meta che hai scelto.

Gestire il diabete in vacanza
© Getty Images

Preparazione del viaggio, trasporto, attività sul posto… Doctissimo ti fornisce i punti essenziali da non dimenticare per approfittare al meglio delle tue vacanze.

Preparazione del viaggio

Con il tuo medico

• Fai il punto sul tuo diabete: è equilibrato? Quali sono i rischi prevedibili? Chiedigli di redigere una relazione medica in inglese (livello di HbA1c, ultimo esame del fondo oculare, ECG, ecc.), che inserirai nella tua borsa con i medicinali;

• Parlagli del tuo progetto: il medico ti fornirà consigli sugli orari per l'iniezione (durante il viaggio e durante il soggiorno in funzione del fuso orario) e sui tuoi spostamenti (cura dei piedi, igiene, ecc.);

• In caso di diabete curato con compresse, ti sensibilizzerà sui rischi di ipoglicemie legate alle variazioni dell'alimentazione e all'esercizio fisico, oltre che sulla gestione di eventuali complicanze;

• Prepara il materiale da portare (trattamento con insulina): il tuo medico deve garantire una scorta sufficiente e completa: insulina, bende, siringhe o stilo (con un esemplare di ricambio), aghi, glucagone (per un'eventuale ipoglicemia grave), insulina rapida (per un'eventuale iperglicemia). Prevedi sempre di avere il doppio della quantità necessaria, per possibili problemi. Avrai cura di riporre questo materiale in 2 bagagli distinti, eventualmente isotermici in caso di condizioni estreme di trasporto. Gli spostamenti sotto il sole o a temperature molto basse possono alterare l'insulina. Tieni sempre una delle borse con te;

• Fai redigere (se possibile in italiano e in inglese, o meglio ancora nella lingua del Paese in cui ti rechi) una prescrizione completa per i casi di emergenza e un certificato medico "di autorizzazione a viaggiare" (al fine di evitare gli inconvenienti legati al trasporto di farmaci, e soprattutto delle siringhe, alla frontiera);

• Non dimenticare gli altri malesseri tipici dei viaggi (prescrizione di medicine contro dissenteria, vomito, febbre, mal da trasporto, antalgici, disinfettanti per ferite e per l'acqua, ecc.) né il necessario per prevenire la malaria in certe regioni del mondo (farmaci, insetticidi);

• Rinnova le tue vaccinazioni e sottoponiti a eventuali vaccini supplementari a seconda della tua destinazione (febbre gialla, ecc.).

Ti servono anche…

• I documenti…

o il tuo passaporto ed eventualmente altri documenti ufficiali (visti…), così come il tuo libretto delle vaccinazioni;

o un tesserino di diabetico in inglese (richiedilo alla tua associazione);

o un'assicurazione di rimpatrio adeguata (verifica le condizioni di esclusione);

o la tessera europea di assicurazione malattia valida nei Paesi dell'Unione europea ;

o gli indirizzi di ambasciate, consolati o pronto soccorso e ospedali dei Paesi visitati.

• Scarpe di qualità e le tue ciabatte preferite, nonché medicazioni idrocolloidi ("doppia pelle") in caso di vesciche! Non dimenticare di portare abiti adatti, una protezione solare efficace, compresse per disinfettare l'acqua, una zanzariera e dei repellenti nelle zone a rischio malaria.

• Informati sui prodotti alimentari locali: equivalenze glucidiche, menù tipici, ecc.

• E, come ogni bravo turista, investi in un dizionario, in una guida turistica, in una cartina, ecc.

Gli spostamenti

Consigli generali

• Tieni a portata di mano uno spuntino e il tuo trattamento medico;

• Avverti il personale di bordo se viaggi su un aereo a lunga percorrenza (in caso di malessere o perché il vassoio con il pasto ti sia servito a un orario adeguato). Alcune compagnie aeree prevedono appositi menù per passeggeri diabetici;

• Evita di camminare a lungo nei corridoi dell'aeroporto o della stazione trasportando valigie troppo pesanti: potresti rischiare un'ipoglicemia;

• In auto, imponiti delle pause regolari (ogni 2 ore). Tieni a portata di mano uno spuntino, metti l'insulina al riparo dal calore ed evita sforzi supplementari (caricare la valigia, cambiare una ruota, ecc.).

Adatta il tuo trattamento al fuso orario

• Il tuo medico deve averti fornito raccomandazioni precise prima della partenza. In generale, se la differenza di fuso orario non supera le 3 ore, manterrai lo stesso schema terapeutico;

• Oltre le 3 ore, è necessario compensare il prolungamento della giornata (viaggi verso ovest: aggiunta, per esempio, di un'iniezione di insulina rapida) o il suo accorciamento (verso est: sostituzione ad esempio di un'insulina intermedia con un'insulina ordinaria);

• L'obiettivo è di vivere secondo l'ora locale fin dall'arrivo;

• In caso di diabete di tipo 2, evita il rischio di ipoglicemia rispettando l'intervallo abituale tra 2 dosi di farmaci e facendo seguire ciascuna dal consumo di cibo. Al più, se la differenza di orario è troppo vincolante, salta una dose anziché prenderne 2 troppo ravvicinate (viaggio verso est).

Il tuo soggiorno

Attenzione ai piedi!

Durante il viaggio e soprattutto sul posto, i tuoi piedi possono essere messi a dura prova! Inoltre, in caso di diabete presente da lungo tempo, i tuoi piedi possono essere meno sensibili al dolore, mentre la minima ferita può provocare un'infezione.

Munisciti quindi di confortevoli scarpe di buona qualità con i lacci e verifica sistematicamente che al loro interno non siano presenti sassolini né ramoscelli. Tieni le unghie corte, idrata i piedi e cura le eventuali micosi (che si sviluppano con maggiore facilità in caso di utilizzo di suole in plastica).

Evita le scarpe nuove, che sono fonte di vesciche. Se si formano lo stesso, non le bucare, ma coprile con medicazioni a effetto "doppia pelle".

Non camminare mai a piedi nudi sulla spiaggia o nell'acqua e stai lontano dalla sabbia troppo calda.

Attenzione all'alimentazione!

• Bevi esclusivamente l'acqua contenuta in bottiglie aperte davanti a te; se ciò non è possibile, usa dei disinfettanti efficaci (compresse). Bada a berne con regolarità, soprattutto nei Paesi caldi. Evita i cubetti di ghiaccio, i gelati e le verdure crude;

• Cerca di ragionare sempre considerando le equivalenze glucidiche per stabilire i tuoi menù: il riso esiste come alimento di base in tutti i Paesi, quindi mangiane a volontà. Questo cereale, inoltre, è eccellente per l'equilibrio digestivo, spesso compromesso in alcuni Paesi. Attenzione anche ai frutti tropicali (che devono essere sbucciati), perché sono spesso più zuccherati. Tienilo a mente!

Delle attività fisiche adatte

  • In caso di esercizio fisico (nuoto, trasferimento in barca, lunga camminata, sport), devi essere due volte più prudente! Infatti, le condizioni sono diverse da quelle del tuo luogo di partenza: temperatura, fatica, alimentazione, vicinanza delle strutture mediche, ecc.
  • Adegua il tuo trattamento (diminuzione dell'insulinoterapia o della dose di sulfamidici prima dello sforzo fisico), porta con te qualche spuntino, così come il glucagone e qualche benda. Tieni a mente che l'immersione sottomarina con le bombole è fortemente sconsigliata ai diabetici (soprattutto di tipo 1), e ancora di più all'estero.
  • In conclusione, il tuo diabete non è un ostacolo a viaggiare, purché sia correttamente equilibrato e che tu abbia preparato molto bene la partenza! Non esitare a parlarne con il tuo medico con largo anticipo e... buone vacanze!

Dr. Jean-Philippe Rivière

Commenta
04/12/2012

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale