Home  
  
  
    I sintomi del diabete
Cerca

Il diabete: quali sono i sintomi?
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
E-mail inviata !

I sintomi del diabete

Il diabete, una malattia cronica e invalidante, è un disturbo metabolico piuttosto diffuso nel mondo, caratterizzato da livelli di glicemia molto variabili da tenere costantemente sotto controllo. Il livello di zuccheri nel sangue può essere molto alto o molto basso e determina le opposte condizioni di iperglicemia e ipoglicemia, entrambe pericolose per l’organismo.

I sintomi del diabete
© Thinkstock

Con il termine diabete si intende generalmente il diabete mellito di tipo 2, più comune rispetto a quello di tipo 1, ma entrambi generati da disfunzioni operate da un ormone, l’insulina, prodotto dal pancreas. L’insulina determina la presenza di glucosio nei tessuti (muscolari, adiposi e nervosi) ed è fondamentale per gli scambi intercellulari, responsabili a loro volta del corretto funzionamento dell’organismo nel suo complesso. La persona che soffre di diabete non riesce ad assorbire gli zuccheri ingeriti, che rimangono nel sangue e che non arrivano a nutrire cellule e tessuti corporei, con tutte le conseguenze del caso.

Quali sono i sintomi del diabete?

Capire in tempo se si soffre di diabete può essere provvidenziale per arginarne le conseguenze sulla salute dell’individuo ma non tutti sono in grado di capire quando chiedere aiuto al medico. Ecco quali sono i sintomi più comuni del diabete:

Soffri di nausea e vomiti spesso: se frequenti, sintomi quali nausea e vomito possono essere un chiaro sintomo di diabete. Perché? Tutto è generato dalla chetoacidosi, un fenomeno chimico del corpo caratterizzato da un accumulo di scorie provocato a sua volta dall’utilizzo del grasso come riserva di energia (il corpo non utilizza gli zuccheri perché non è in grado di assorbirne). Il fenomeno della chetoacidosi dà luogo, per una serie di processi chimici, a vomito, senso di nausea e dolori addominali molto forti.

Mangi tanto: in medicina questo fenomeno si chiama polifagia ed è una delle conseguenze più comuni del diabete. Dal momento in cui il corpo non riesce a trattenere gli zuccheri degli alimenti e va in deficit di glucosio, lo stimolo della fame non si placa perché ti induce a ingurgitare qualsiasi alimento affinché i livelli di glucosio non scendano pericolosamente, dando origine a quello che il corpo avverte come malnutrizione.

Stai dimagrendo: anche se mangi in continuazione, stai perdendo peso e non ti spieghi come mai. Tutta colpa del diabete, il quale, impedendo alle cellule di utilizzare lo zucchero assunto come fonte di energia, intacca le riserve già presenti, quali l’adipe in eccesso e le proteine (prese dai muscoli).

Hai mal di pancia: la dispepsia si manifesta con dei dolori addominali non assimilabili a nessuna causa evidente. Fai attenzione, se il male che senti è concentrato nella parte alta dell'addome chiedi al tuo medico di escludere che sia dovuto al diabete.

Soffri di glicosuria: una massiccia presenza di glucosio nelle urine (la glicosuria) rende l’apparato urinario terreno fertile alla vita di batteri e virus e facilita la comparsa di infezioni intime come la cistite, generata a sua volta anche dalla disidratazione e dall’irritazione dei tessuti provocata dal diabete stesso.

Vai spesso in bagno: e non hai bevuto tanto da giustificare tutta quella pipì. Quando sei affetta da diabete di tipo 1, il forte calo di insulina nei tessuti e nelle cellule fa produrre all’organismo grandi quantità di pipì e dà luogo a quella che in medicina viene chiamata poliuria. Lo stimolo non si placa nemmeno di notte e ti spinge ad alzarti spesso per andare in bagno non facendoti riposare a sufficienza.

Bevi in continuazione: altro sintomo del diabete di tipo 1 è la necessità continua di assumere liquidi, in special modo acqua. La polidispsia è una conseguenza di una minzione frequente causata, come detto, dal calo di insulina nell’organismo; il corpo reagisce ad un eventuale disidratazione stimolando il cervello a farti sentire lo stimolo della sete.

Hai sempre mal di testa: la carenza di zuccheri nell’organismo ha delle conseguenze anche sull’attività cerebrale. La mente, così come il sodio, il cervello ha bisogno del glucosio (come fonte d’energia) per lavorare a regime e, se soffri di diabete, fai attenzione ai mal di testa frequenti a cui non associ alcuna causa particolare.

Hai problemi di erezione: in caso di diabete, la circolazione del sangue è compromessa dalle disfunzioni glicemiche. In questo caso il pene ne risente in quanto l’afflusso di sangue nei corpi cavernosi non basta al raggiungimento e al mantenimento di un’erezione all’altezza di un rapporto sessuale completo.

Ci vedi male: anche la vista risente dello squilibrio nei livelli di zucchero nel sangue. Chi è affetto da diabete non riesce a trattenere gli zuccheri assunti con gli alimenti, anche se ne assume nelle giuste dosi. Un accumulo di tali zuccheri nel sangue, non essendo utilizzato, può interferire con la vista, che risulta appannata e sfuocata. Anche la disidratazione del cristallino provocata dal diabete interferisce con una corretta visione.

Sei stanca e priva di forze: l’astenia, la condizione patologica caratterizzata da una forte stanchezza e un’incapacità nello svolgere i gesti più comuni, può essere un sintomo del diabete. L’organismo, visti i livelli molto bassi di glucosio, fonte primaria di energia, non riesce a funzionare a regime e a risentirne sono specialmente i muscoli.

Ti senti depressa: tutti i sintomi sopraelencati possono portare alla depressione e alla comparsa di stati di ansia e paranoia per la riscontrata incapacità di svolgere comuni azioni quotidiane e per le limitazioni che il diabete porta con sé.

Se ti sei riconosciuta in alcuni di questi sintomi, non esitare a chiedere il parere di un esperto. La prevenzione è la chiave di una sana esistenza.

Commenta
04/12/2012

Per saperne di più:


Newsletter

ciao

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale