Home  
  
  
    Lupus eritematoso che cos'è
Cerca

Reumatologia (enciclopedia)
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Lupus eritematoso

Che cos'è il lupus?

"Lupus" è un antico termine usato per indicare lesioni della pelle caratterizzate da distruzione di tessuto. Un tempo il termine indicava essenzialmente il lupus tubercolare, una forma di tubercolosi della pelle che colpiva il viso con chiazze rossocianotiche, disseminate alla periferia di piccoli tubercoli, detti lupomi.
Oggi il lupus tubercolare è pressoché scomparso e il termine si usa per indicare il lupus eritematoso, o eritematodes.

Che cos'è il lupus eritematoso?

È una malattia autoimmune che fa riscontrare nel sangue autoanticorpi diretti contro varie strutture dell'organismo, compreso il DNA cellulare. Circa l'80% dei pazienti è costituito da donne in età fertile. L'incidenza è di 1 su 700 individui nella razza bianca, di 1 su 245 in quella nera.

Come si manifesta?

I sintomi iniziali spesso non sono specifici: febbre, malessere generale, disturbi articolari. In taluni casi, tuttavia, sono tipicamente rappresentati da caratteristiche
lesioni cutanee e da proteinuria, indice di interessamento renale. Col progredire della malattia, possono essere coinvolti altri organi profondi.

Come appaiono le lesioni cutanee?

Come macchie rosse, leggermente depresse al centro e ricoperte da squame secche, che sono localizzate soprattutto al viso, naso, orecchie, raramente agli arti.

È una malattia grave?

Sì. Le forme circoscritte e localizzate al viso sono meno gravi e consentono cure efficaci; le forme di lupus eritematoso sistemico (LES) coinvolgono invece importanti organi viscerali e presentano spesso notevole gravità. Possono verificarsi danni renali, interessamento del sistema nervoso centrale, artrite non erosiva, pericardite, pleurite.

Esistono test utili per la diagnosi del lupus eritematoso?

Sì: la ricerca degli anticorpi specifici.

Nel lupus eritematoso l'esposizione al sole è pericolosa?

Sì, può scatenare le manifestazioni lupose e provocare il peggioramento di quelle già esistenti.

Può avere conseguenze mortali?

Talvolta, ma oggi esistono farmaci molto efficaci che possono contrastare la grave evoluzione della malattia.

Quali farmaci sono impiegati per curare il lupus?

Nei casi di manifestazioni cliniche gravi la terapia immunosoppressiva si serve di
cortisonici e ciclofosfamide, o ciclosporina e tamoxifene. Per sintomatologie minori, senza impegno di organi importanti, sono sufficienti i FANS; le manifestazioni cutanee rispondono positivamente all'idrossiclorochina e all'uso topico di corticosteroidi.

Commenta

Per saperne di più:



Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale