Home  
  
  
    Malattia della membrana ialina che cos'è
Cerca

Pediatria
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Malattia della membrana ialina

Che cos'è la malattia della membrana ialina?

Una sindrome morbosa che colpisce i neonati immaturi o, in taluni casi, nati con taglio cesareo ed è caratterizzata dalla presenza nei polmoni di una sottilissima membrana ialina (cioè simile, nell'aspetto e nella trasparenza, a vetro) che, coprendo gli alveoli polmonari, impedisce il normale scambio gassoso.

Quando insorge?

Di solito entro un arco di tempo variabile dalle 6 alle 24 ore dopo la nascita.

Tale malattia è presente già nel feto?

Nella maggioranza dei casi, al momento della nascita e nelle prime ore successive a questa i neonati appaiono normali e soltanto in seguito presentano difficoltà di respirazione.

Come si manifesta la malattia della membrana ialina?

Il neonato respira con evidente difficoltà, che diviene sempre più accentuata con il trascorrere delle ore, finché – se non si interviene – sopraggiunge, dopo due o tre giorni, la morte per asfissia.

Da che cosa è provocata?

Dalla mancata produzione di surfactante.

Quale funzione ha il surfactante?

Il surfactante è un composto proteico, presente sulla superficie degli alveoli polmonari, che impedisce la loro chiusura. Quando il surfactante manca, gli alveoli si chiudono e la respirazione non è più possibile.

Perché manca il surfactante?

Perché il bambino non è in grado di sintetizzarlo.

La malattia risulta inevitabilmente letale?

In passato sì; oggi il surfactante esogeno, prodotto artificialmente oppure estratto dai polmoni dei bovini o dei suini, ha annullato la mortalità e reso meno impegnativa l'assistenza ventilatoria meccanica del neonato.

Come avviene l'assistenza ventilatoria?

Mediante una speciale tecnica, che invia ossigeno agli alveoli a una pressione superiore a quella normalmente presente.

La somministrazione di ossigeno può essere pericolosa?

Sì, quando è eccessiva. L'avvelenamento da ossigeno è causa di una grave malattia degli occhi, la fibroplasia lenticolare (vedi oltre).

Il bambino che riesce a superare questa malattia, può svilupparsi normalmente?

Oggi sì.

È possibile prevenire in qualche modo l'insorgere di questa forma morbosa?

Sì, somministrando cortisone alla madre, che minaccia di partorire precocemente, 48 ore prima del parto.

Commenta

Per saperne di più:



Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale