Home  
  
  
    Fratture del naso che cos'è
Cerca

Otorinolaringoiatria (enciclopedia)
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Fratture del naso

La frattura del naso si verifica di frequente?

Sì; è una delle lesioni più comuni a causa della posizione molto esposta della struttura del naso e della sottigliezza e delicatezza delle sue ossa.

L'emorragia dal naso indica sempre la presenza di una frattura?

No; vi è un notevole numero di lesioni associate a emorragia, ma nelle quali le cartilagini e le ossa nasali sono intatte.

Nel caso di frattura vi è sempre un'emorragia dal naso?

No, ma è molto frequente.

È necessario un esame radiologico per diagnosticare una frattura nasale?

Se non vi sono dubbi circa la diagnosi, tale esame non è necessario. Comunque, dopo
che si è accertata la presenza della frattura, bisogna eseguire un esame radiologico per conoscere la posizione reciproca dei frammenti ossei.

Entro quanto tempo da quando si è prodotta, bisogna curare la frattura nasale?

Non appena è possibile, preferibilmente entro alcune ore, in quanto in questo periodo può essere facilmente eseguita la riduzione della frattura. Se si lasciano trascorrere alcuni giorni, l'edema dei tessuti rende molto più difficile riportare le strutture del naso nella giusta posizione.

Quali sono i sistemi impiegati per ridurre una frattura nasale?

a) La manipolazione esterna eseguita con le mani dal chirurgo;
b) l'inserimento di strumenti particolari nelle cavità nasali, per riportare nella giusta posizione i frammenti ossei che si sono infossati o spostati.

Per ridurre una frattura nasale è necessaria l'anestesia?

La maggior parte dei casi può essere curata in anestesia locale, ma quando vi è forte dolore può essere opportuno ricorrere alla narcosi.

Nel caso di frattura nasale è necessaria l'ospedalizzazione?

Solo se vi è una frattura estesa o esposta o se è necessaria l'anestesia generale; oppure se la frattura nasale si accompagna ad altre lesioni che richiedono l'ospedalizzazione.

Quanto tempo impiega a guarire una frattura nasale?

Sono fratture che guariscono molto rapidamente, in conseguenza dell'abbondante irrorazione sanguigna della regione nasale. La guarigione ha luogo generalmente entro due-tre settimane.

Per quanto tempo dura il gonfiore conseguente a una frattura?

Un lieve gonfiore può persistere per alcuni mesi, ma per la massima parte viene riassorbito in due o tre settimane.

Si usano antibiotici dopo la riduzione di una frattura nasale?

Sì, per ridurre al minimo il pericolo di infezioni.

In genere a una frattura nasale consegue una deformazione permanente?

No; comunque vi può essere un leggero ispessimento a livello della frattura dovuto alla formazione del callo osseo.

L'opportuna riduzione di una frattura nasale può garantire che non vi sarà una deformazione permanente?

Sfortunatamente no. Anche se una frattura è stata ridotta perfettamente, il processo di guarigione può provocare una crescita eccessiva del callo osseo con una conseguente deformazione.

Che cosa si può fare per correggere un risultato insoddisfacente, dopo la riduzione di una frattura del naso?

Si può ricorrere a un intervento di chirurgia plastica.

Quanto tempo si deve aspettare prima di eseguire un intervento di chirurgia plastica che abbia lo scopo di ripristinare l'aspetto originario del naso modificato nella sua forma dalla frattura?

Devono passare al minimo alcuni mesi, dal momento della lesione originaria; in questo periodo di tempo vi può essere infatti un rigonfiamento persistente e non si può
valutare esattamente il grado della deformazione finché tutto il gonfiore non è stato riassorbito.

Commenta

Per saperne di più:



Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale