Home  
  
  
    Lesioni dei menischi che cos'è
Cerca

Ortopedia (enciclopedia)
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
E-mail inviata !

Lesioni dei menischi

Che cosa sono i menischi?

Sono due strutture fibro-cartilaginee, a forma di semiluna, che si trovano nel ginocchio, interposte fra le superfici articolari del femore e della tibia, e vengono distinte in menisco mediale (interno) e menisco laterale (esterno).

Che cosa accade in caso di lesione di un menisco?

La struttura fibro-cartilaginea si stacca in tutto o in parte dalla tibia, con conse guenti, lancinanti dolori e successiva impossibilità a muovere normalmente il ginocchio .

Quali sintomi provoca la lesione di un menisco?

a) Dolori lancinanti al ginocchio;
b) in circa il 50% dei casi, un "blocco articolare", cioè impossibilità di compiere qualsiasi movimento con il ginocchio;
c) dolorabilità alla pressione dell'area situata in corrispondenza del menisco leso;
d) marcata tumefazione dell'articolazione, talvolta associata a un accumulo di liquido nell'articolazione stessa;
e) impossibilità di caricare il peso corporeo o camminare con la gamba interessata.

Qual è la causa più comune di simili lesioni?

Un improvviso, brusco movimento di torsione del ginocchio flesso; queste lesioni si riscontrano con particolare frequenza negli sportivi.

Un menisco leso può guarire spontaneamente?

Raramente; i disturbi e le difficoltà continuano finché non viene curato opportunamente.

Come si cura?

Se si tratta di una lesione iniziale, si applica una terapia medica, immobilizzando la gamba con stecche o con un apparecchio gessato; qualora i disturbi persistano o la lesione sia ricorrente, si procede a un intervento chirurgico.

In che cosa consiste l'operazione del menisco?

Nella cosiddetta meniscectomia, cioè nell'asportazione del menisco leso, dopo aver aperto l'articolazione con un'incisione nel ginocchio. Tale intervento viene oggi eseguito con la tecnica artroscopica, che consiste nel praticare nella capsula articolare un'incisione di dimensioni minime, attraverso la quale viene fatto penetrare uno strumento tubolare (artroscopio a fibre ottiche) che permette di vedere e contemporaneamente asportare il menisco danneggiato.

La meniscectomia è un intervento chirurgico serio?

No, è una delle più semplici operazioni ortopediche.

Questo intervento chirurgico ottiene risultati soddisfacenti?

Sì; consente di raggiungere la guarigione nella totalità dei casi.

La meniscectomia può portare all'irrigidimento dell'articolazione del ginocchio?

No, in quanto alcuni giorni dopo l'intervento si cominciano a far eseguire al paziente esercizi e movimenti specifici in modo da consentirgli di riacquistare il completo uso del ginocchio nell'arco di alcune settimane.

Una volta raggiunta la completa guarigione grazie alla meniscectomia, è possibile riprendere le attività fisiche e sportive?

Sì, dopo alcuni mesi.

Dopo aver subito una meniscectomia, è opportuno portare una ginocchiera o un altro sostegno?

Sì, per alcune settimane o mesi.

Dopo l'intervento chirurgico sono necessari esercizi ginnastici?

Sì; esercizi di flessione ed estensione del ginocchio, eseguiti contro un oggetto che offra resistenza, facilitano l'irrobustimento della muscolatura.

Tutte le lesioni del menisco comportano un intervento chirurgico?

No; in taluni casi i disturbi scompaiono semplicemente utilizzando per varie settimane un apparecchio ortesico.

In quali casi è opportuno praticare una meniscectomia?

L'intervento chirurgico è consigliabile sia nel caso che dolori e tumefazione non scompaiano o si producano nuovi blocchi articolari, sia per quei pazienti che sono continuamente esposti a lesioni o la cui professione comporti ripetuti movimenti di flessione ed estensione del ginocchio leso.

Accade spesso che, dopo essere stata operata con successo, l'articolazione del ginocchio crei nuove difficoltà di movimento?

No; non si dimentichi tuttavia che nel ginocchio vi sono due menischi, per cui può accadere che, asportandone uno, si produca una lesione nell'altro.

Commenta

Per saperne di più:


Newsletter

ciao

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale