Home  
  
  
    Tumori labiali che cos'è
Cerca

Odontoiatria e stomatologia
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Tumori labiali

I tumori labiali sono frequenti?

Sì; si tratta di solito di piccole escrescenze simili a verruche (papillomi), di ammassi bluastri di vasi sanguigni (emangiomi), di piccole anomalie congenite (nei o nevi) dei tessuti che formano l'orletto roseo delle labbra, di piccoli noduli di connettivo (fibromi), di piccole cisti da ritenzione di una ghiandola labiale, oppure di cancri (epitelioma labiale).

Come si curano i tumori labiali?

A eccezione del cancro, tutte le forme citate sono benigne; nel caso siano soggette a una costante irritazione o tendano ad accrescersi, è opportuno asportarle chirurgicamente. La loro terapia presenta varie possibilità – resezione chirurgica, termocauterizzazione, congelamento, terapia radiante – la cui scelta dipende dal tipo di tumore. È molto importante che il trattamento venga fatto da uno specialista, anche perché è opportuno ridurre al minimo le cicatrici.

Il cancro labiale è frequente?

Sì; costituisce il 2% delle forme cancerose che colpiscono l'organismo e circa il 30% di quelle che si sviluppano nella cavità orale.

Chi viene colpito con maggior frequenza da cancro labiale, e in quale sede?

Nel 95% circa dei casi, gli uomini; in 9 casi su 10, la malattia si sviluppa nel labbro inferiore.

Quali sono le principali cause che contribuiscono allo sviluppo di un cancro labiale?

Il fumo, soprattutto della pipa, che esercita, oltre all'azione del tabacco, anche un'irritazione meccanica; altre cause sono un'eccessiva esposizione al sole, al vento e a condizioni atmosferiche sfavorevoli.

Come si manifesta il cancro labiale?

Può presentarsi sotto forma di una verruca, di una ragade o di un'ulcerazione che non guarisce. Nel caso si notassero alterazioni del color rosso delle labbra, alterazioni che non guariscono nello spazio di tre settimane, è necessario recarsi assolutamente e al più presto dal medico.

Come si cura il cancro labiale?

Qualsiasi ulcerazione cronica sospetta od ogni tipo di tumore dovrebbe essere sottoposto al prelievo di un frammento (biopsia) per l'esame microscopico. Se si tratta inequivocabilmente di un cancro, è necessario asportarlo, insieme con il tessuto sano circostante, praticando un'ampia incisione cuneiforme, procedendo eventualmente anche allo svuotamento della stazione linfonodale corrispondente.

Si può sostituire l'intervento chirurgico con terapia radiante, oppure con l'escissione elettrochirurgica?

Sì, ma solo in rari casi.

Quali risultati hanno le operazioni di cancro labiale?

Se eseguito per tempo, prima che il cancro si propaghi alle stazioni linfonodali cervicali, l'intervento operatorio porta di norma alla guarigione. Nel caso invece le cellule cancerogene avessero già invaso i gangli linfatici, è necessaria un'operazione più estesa, con radicale asportazione di tutti i linfonodi e del tessuto circostante.

Il volto viene deturpato da una simile operazione?

Di solito no; è anzi sorprendente come l'asportazione di parte del labbro, talvolta addirittura nella misura del 30-40%, pregiudichi ben poco l'aspetto estetico.
Simili operazioni devono ovviamente essere eseguite da chirurghi che tengano conto dei riflessi estetici dell'intervento.

Commenta

Per saperne di più:



Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale