Home  
  
  
    Tumori: che cosa sono che cos'è
Cerca

Odontoiatria e stomatologia
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Tumori: che cosa sono

Nella lingua si formano spesso tumori?

Sì, sono molto frequenti.

Di quali tumori si tratta solitamente?

a) Leucoplachie, che in realtà non sono tumori maligni, ma li possono precedere (precancerosi);
b) emangiomi;
c) papillomi;
d) adenomi, cioè tumori del tessuto ghiandolare;
e) fibromi;
f) cisti (del dotto escretore delle ghiandole salivari sottolinguali);
g) carcinomi.

Il carcinoma della lingua è una malattia frequente?

Sì; costituisce circa il 20% delle neoplasie maligne che colpiscono la cavità orale.

Dove si sviluppa di solito questo carcinoma?

Lungo i bordi o, più raramente, sul dorso e sulla punta della lingua.

Da che cosa è provocato?

È presumibile che anche questa forma cancerosa venga favorita dall'irritazione cronica: la più alta incidenza di carcinomi della lingua si riscontra tra i fumatori di pipa e i forti bevitori. Il secondo (per frequenza) fattore di rischio sembra essere costituito da spigoli dentari taglienti, da protesi malferme e da una scarsa igiene orale.

Il carcinoma della lingua colpisce gli uomini più delle donne?

Sì, nella proporzione di otto a uno.

A quale età si riscontra con maggiore frequenza il carcinoma della lingua?

Tra i 40 e i 60 anni.

Come viene diagnosticato il carcinoma della lingua?

Questa forma ha un caratteristico aspetto erosivo e infiltrante che ne consente l'immediato riconoscimento al medico. La diagnosi viene confermata dal prelievo e dall'analisi di un frammento di tessuto.

Come vengono curati i tumori linguali?

La maggior parte delle forme benigne può essere asportata radicalmente con un intervento operatorio, oppure la chirurgia può essere combinata con terapia radiante. Tutti i tumori benigni della lingua possono essere curati con successo, e così pure i carcinomi allo stadio iniziale, in questo caso praticando un'incisione estesa e asportando sia il carcinoma sia il tessuto circostante.

Si può talvolta rendere necessaria l'asportazione dell'intera lingua colpita da carcinoma?

In simili operazioni, una parte della lingua viene di solito lasciata in loco; qualora il carcinoma abbia però coinvolto anche i linfonodi laterocervicali e sottomandibolari, è possibile, in determinate condizioni, ottenere una guarigione eseguendo la radicale escissione della lingua e dei linfonodi stessi.

Per curare il carcinoma della lingua, si ricorre sempre a un intervento chirurgico?

No; vi sono determinate localizzazioni, in particolare quelle che colpiscono la porzione posteriore della lingua, che vengono curate con maggior successo con la terapia radiante.

Quali probabilità di guarigione esistono nel caso del carcinoma della lingua?

In oltre la metà dei casi diagnosticati allo stadio iniziale, è possibile curare il carcinoma con risultati positivi e definitivi. Troppo spesso, tuttavia, il trattamento viene iniziato quando è ormai troppo tardi e bisogna purtroppo dire che al carcinoma della lingua è da ascriversi un numero di casi mortali superiore a quello registrato per ogni altro tumore della testa e del collo.

Commenta

Per saperne di più:



Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale