Home  
  
  
    Parodontopatie che cos'è
Cerca

Odontoiatria e stomatologia
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Parodontopatie

Che cosa sono le parodontopatie?

Alterazioni del parodonto marginale (gengiva) e profondo (legamento alveolodentale, cemento, osso alveolare), di natura infiammatoria o distrofica.

Da che cosa sono causate?

Sono chiamati in causa fattori generali (genetici o acquisiti) o locali. I fattori acquisiti sono endocrini (in relazione alla pubertà, alla gravidanza, alla menopausa ecc.), ematologici (in rapporto a malattie del sangue, come anemie e leucemie), farmacologici (assunzione prolungata di taluni farmaci), nutrizionali (carenza di alcune vitamine, come A e/o C). I fattori locali sono: la placca batterica, che va considerato come il principale fattore correlato alle parodontopatie, fattori iatrogeni (otturazioni, protesi mal eseguite) e la malocclusione (vedi oltre).

Qual è la più frequente fra queste cause?

Come detto, è la placca batterica, dovuta a scarsa igiene dentaria.

Quale sintomatologia hanno le parodontopatie?

Si manifestano inizialmente emorragie gengivali durante la pulizia dei denti con lo spazzolino, arrossamento e tumefazione delle gengive (gengiviti). In seguito compaiono "tasche" parodontali per scollamento del bordo gengivale dal dente, mobilità dei denti per interessamento dei tessuti profondi, dolore, formazione di pus per ascesso parodontale (piorrea). Se non contrastato, questo quadro patologico porta alla perdita del dente.

Come si curano?

Attuando una corretta igiene orale preceduta dall'eliminazione della placca batterica e del tartaro; successivamente bisogna immobilizzare i denti vacillanti correggendo la malocclusione; infine si correggono chirurgicamente le tasche e l'osso parzialmente riassorbito. A tutto ciò viene associata una terapia medica generale, diretta a combattere i fattori sistemici e i processi infettivi.

Esistono procedure non chirurgiche per correggere le tasche parodontali e l'osso?

Sì, sono tecniche che utilizzano gli ultrasuoni per "pulire" le tasche e la superficie radicolare del dente.

Le parodontopatie possono essere guarite?

Sì, se la diagnosi e la terapia vengono poste in atto precocemente; se invece si interviene tardivamente e i denti presentano ampi vacillamenti, è difficile impedirne la successiva caduta.

Commenta

Per saperne di più:



Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale