Home  
  
  
    Cisti e tumori che cos'è
Cerca

Odontoiatria e stomatologia
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Cisti e tumori

Le cisti mascellari sono frequenti?

Sì. I denti cariati o una malformazione degli abbozzi dentari, in conseguenza della quale i denti non riescono a erompere, portano spesso alla formazione di cisti, che vengono definite cisti odontogene.

Come si curano le cisti mascellari?

Mediante un'operazione con cui l'odontoiatra asporta la cisti o la "mette a piatto" con una larga incisione: in entrambi i casi la pressione interna scompare e la cavità può in tal modo essere riempita da tessuto osseo formatosi ex novo.
Qualora la cisti sia stata provocata da una malformazione degli abbozzi dentari, viene asportato anche il dente incluso.

Cosa sono i tumori dei mascellari di origine odontogena?

Tumori abbastanza rari che si sviluppano in quei tessuti dai quali prendono origine i denti: colpiscono infatti mascella e mandibola.

Esistono fattori di rischio?

Sì, il fumo e l'alcol.

Quali sono i sintomi?

Inizialmente sia i tumori benigni sia quelli maligni danno sintomi non significativi: dolore, gonfiore gengivale, dente dondolante. Quando si tratta di neoformazioni maligne, si hanno spesso ulcerazioni della gengiva.

Come si conferma la diagnosi?

Mediante radiografia, TC, RMN. La diagnosi di benignità o malignità si fonda sull'esame microscopico del tessuto prelevato con la biopsia.

Come si curano?

Il tumore benigno viene spesso asportato chirurgicamente, a volte con il dente corrispondente alla zona compromessa. Un tumore maligno circoscritto viene escisso insieme con una ristretta zona di tessuto sano circostante; l'intervento è demolitivo, anche in misura massiccia, se la neoplasia è voluminosa, perché diagnosticata in ritardo. In taluni casi possono essere associate radio- e chemioterapia.

È possibile ricostruire la parte asportata da interventi altamente demolitivi?

La porzione asportata viene ricostruita mediante osso prelevato allo stesso paziente, di solito dalla cresta iliaca. Mediante "ribaltamento" del muscolo temporale del paziente e successivo "trasporto" nella cavità orale, viene poi ricostruito il rivestimento molle dell'osso per simulare la mucosa gengivale asportata.
Successivamente possono essere infissi denti artificiali.

Si tratta di interventi ricostruttivi impegnativi?

Ovviamente sì. Perché possano essere effettuati, il paziente deve essere in buone condizioni generali.

Commenta

Per saperne di più:



Newsletter

Test consigliato

Ischemia e ictus: sei a rischio?

Test salute

Quiz - Ictus e ischemia

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale